CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, encomio solenne per il capo della mobile ferito ad una mano

Cronaca e Attualità Terni

Terni, encomio solenne per il capo della mobile ferito ad una mano

Redazione
Condividi

 TERNI – “Una giornata lieta per il clima di condivisione e di collaborazione che si respira in città”, così il sindaco Leonardo Latini, il Prefetto Paolo De Biagi e il Questore Antonio Messineo hanno commentato stamattina a Palazzo Spada la consegna dell’encomio nei confronti del sovrintendente capo della squadra mobile della Questura di Terni Claudio Nannini.

Latini “Un riconoscimento – ha detto il sindaco – che al di là del merito e del coraggio del sovrintendente Nannini, intende premiare l’operato di tutte le Forze dell’Ordine che lavorano per il bene comune e che ha un valore simbolico di unione tra la città e tutti coloro che quotidianamente s’impegnano nel compimento del proprio dovere, con sacrificio, per la legalità”.

Questore “Per noi – ha detto il Questore – è un motivo d’orgoglio sentire la vicinanza della città: dobbiamo fare squadra e riappropriarci del nostro territorio che è delle persone per bene e oneste”.

Prefetto Di “collaborazione per il bene comune” ha parlato anche il Prefetto che ha posto in evidenza il ruolo della collaborazione dei cittadini, anche nelle recente indagini antidroga. L’amministrazione comunale, la Prefettura e la Questura hanno sottolineato alcuni dei progetti comuni, come quelli di prevenzione e di educazione civica rivolti alle scuole e le attività coordinate nel settore della sicurezza.

Gotham Il sindaco ha poi parlato dell’importanza dell’operazione antidroga denominata Gotham appena conclusa e di come questa sia stata valutata con grande soddisfazione non solo dall’Amministrazione, ma da tutti i cittadini: “Un bel regalo di Natale alla città”. “Vorrei far notare – ha detto il sindaco –  la complessità del lavoro portato avanti da Procura, Prefettura, Questura, Squadra mobile, Squadra antidroga e Sco (Servizio Centrale Operativo)”. “Al di là del grandissimo impegno delle Forze dell’Ordine sul campo, sia a livello operativo che investigativo, vorrei soffermarmi anche sulla grande mole di lavoro della quale si è fatta carico la Procura, con il procuratore capo Alberto Liguori, con gli uffici del pm Camilla Coraggio e del gip Bona Galvagno che hanno dovuto tener conto di specifiche metodologie anche a livello giuridico, mettendo a punto strategie e atti che hanno portato ai risultati oggi sotto gli occhi di tutti. Un lavoro tutt’altro che terminato ma che sta andando avanti anche in questi giorni, con gli interrogatori di garanzia e tutti gli altri atti che seguiranno. Si tratta dunque di un impegno fondamentale per garantire la legalità e la sicurezza dei cittadini che merita un grande riconoscimento da parte della comunità cittadina e dai suoi rappresentanti”.
Alla cerimonia hanno partecipato anche il comandante del Pmal Terni Giuseppe Dei Bardi, il comandante della stazione dei Carabinieri di Terni Piero Pacetti, il comandante della Polizia Municipale Federico Boccolini.
Al termine della cerimonia gli agenti della squadra antidroga hanno fatto dono al sindaco di un loro stemma, di una felpa e della riproduzione del manifesto utilizzato per illustrare la recente Operazione Gotham contro la rete degli spacciatori ternani.

Tags: