CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, ecco ‘In Comune’, l’Urp cittadino cambia faccia: “Maggiore accessibilità”

Cronaca e Attualità Terni

Terni, ecco ‘In Comune’, l’Urp cittadino cambia faccia: “Maggiore accessibilità”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Nuovi servizi al cittadino, in spazi completamente rinnovati. Dopo l’avvio del nuovo portale attraverso il quale sarà possibile nell’apposita sezione svolgere on line alcune pratiche e pagare alcuni tributi, stamattina è stato presentato “In Comune”, lo spazio rinnovato dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico. Un’area che si configura come uno sportello polifunzionale per la comunicazione con i cittadini dove confluiscono lo Sportello del cittadino, lo Sportello migranti, l’informagiovani, il Centro Europe Direct di Terni, il Punto Cultura, lo Sportello Rai, lo Sportello del consumatore, il Tribunale dei diritti del malato, l’ufficio stampa del consiglio comunale e delle direzioni dell’Ente.

Nuovi locali e anche una galleria che collega via Roma con Piazza Ridolfi, ma anche offre nuovi servizi anche telematici, in front office e  in back office e inoltre e un nuovo attraversamento nell’area centrale della città con la valorizzazione del cortile di Palazzo Pierfelici, che verrà utilizzato anche per piccoli eventi di comunicazione nell’ambito delle attività Urp, Informagiovani e Europe Direct.

Il nuovo Urp.  “In Comune” fornisce informazioni, orientamento e assistenza ai cittadini che intendano utilizzare i nuovi servizi digitali offerti dal Comune attraverso il sito web dell’Ente nell’ambito di Agenda Urbana. In particolare i cittadini ci si potrà recare nei locali dell’Urp/In Comune per avviare la registrazione a Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, che permette di accedere a tutti i nuovi servizi online della pubblica amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone con un unico pin. Attraverso l’utilizzo dell’identità digitale si potrà poi accedere ai servizi dell’anagrafe, del Suape e ai pagamenti on line. Anche in questo caso gli operatori dell’Urp/in Comune potranno offrire assistenza ai cittadini mediante l’utilizzo di una postazione a doppio schermo. Fra l’altro, saranno attivati anche sportelli nei quartieri: per il momento si può trovare supporto  negli sportelli territoriali di via degli Oleandri, via del Mandorlo e via Puglie, dove già sono presenti anche i servizi decentrati dell’anagrafe.

Testamento biologico. Fra i servizi dello sportello c’è anche il registro per il testamento biologico, che consente  ai cittadini maggiorenni e residenti nel territorio di poter fare  dichiarazioni anticipate riguardo al trattamento sanitario, sulle terapie che intende o non intende accettare qualora in futuro sia in una condizione di incapacità ed impossibilità ad esprimere il proprio consenso o dissenso in merito alle stesse. quindi dichiarare allo sportello l’avvenuto deposito delle proprie volontà.  Come previsto dal regolamento su richiesta dello stesso depositario, le dichiarazioni possono essere modificate o revocate in qualunque momento. In questo caso, lo sportello è aperto su appuntamento.

Sportello migranti. Lo Sportello Migranti, all’interno dell’Urp/In Comune, con accesso dalla nuova galleria, offre ai cittadini italiani e stranieri informazioni, orientamento, consulenza ed assistenza su una vastissima gamma di aree tematiche legate all’immigrazione.  Le richieste prevalenti sono: visto di ingresso, permesso/carta di soggiorno, contratto di soggiorno, contratto di lavoro, autorizzazione al lavoro, ricongiungimento familiare, iscrizione nelle liste di disoccupazione, residenza, assistenza sociale e sanitaria, inserimento scolastico, riconoscimento titoli di studio, cittadinanza, corsi di lingua italiana e di formazione ed altro, oltre ad un servizio di accompagnamento per i migranti per facilitare l’accesso al territorio. A breve poi sarà attivo il servizio Sprar per i migranti e richiedenti asilo.

Europe Direct. La nuova sistemazione dell’Urp/In Comune prevede anche un nuovo e ampio spazio per il Centro Europe Direct di Terni ( www.europedirect.comune.terni.it) un servizio di informazione sulle attività e le opportunità dell’Unione europea, aperto a tutti i cittadini promosso dalla Direzione Generale Comunicazione della Commissione europea e cofinanziato dalla stessa Commissione Europea. Europe Direct Terni, sulla base di un programma approvato annualmente dalla Commissione Europea, organizza eventi, realizza e gestisce strumenti di comunicazione on line, fornisce un servizio di comunicazione adattato alle esigenze locali, grazie al quale i cittadini possono ottenere informazioni, orientamento, assistenza e risposte a domande sulla legislazione, le politiche, i programmi e le possibilità di finanziamento dell’Unione europea.

Altri servizi. Restano attivi e si rinnovano anche lo sportello del Consumatore, che offre orientamento e assistenza gratuita ai cittadini per risolvere problemi in materia di acquisti e servizi, assicurazioni, banche, energia, multe, telefonia, trasporto e turismo e ora ospiterà anche i servizi al pubblico di tre diverse associazioni: CittadinanzAttiva, Unione Nazionale Consumatori e ConfConsumatori; Informagiovani e il Punto Cultura che fornisce informazioni e distribuisce i materiali informativi su iniziative ed eventi culturali e distribuisce gratuitamente un foglio quindicinale con i principali appuntamenti del periodo di riferimento.

I Numeri dell’URP.  I dati del 2016 indicano che l’Ufficio relazioni con il Pubblico del Comune di Terni ha registrato complessivamente 21.551 contatti. Un’utenza in linea con quella degli anni precedenti. Tra i quasi 22mila  cittadini che si sono rivolti all’Urp, 13.313 lo hanno fatto con richieste di informazioni sui servizi dell’Ente e delle aziende partecipate, mentre 5.310 sono state le segnalazioni, i reclami e i suggerimenti, molti dei quali anche tramite email, utilizzando lo strumento “Scrivi al Comune”, dal sito web dell’Ente. Oltre .2500 hanno partecipato alle attività di Europe Direct. I giorni di apertura al pubblico sono stati 252 con una media giornaliera di 73 contatti.

Malafoglia. A rappresentare il Comune alla presentazione, il vicesindaco Francesca Malafoglia: “Con quest’intervento – spiega – abbiamo cercato di dare un’identità nuova al luogo di contatto tra l’amministrazione e i cittadini rendendolo più accessibile, più facile e trasversale con la partecipazione di diverse istituzioni, direzioni dell’Ente e associazioni a cominciare da quelle dei consumatori. Si procede quindi verso l’obiettivo di uno sportello polifunzionale strutturando i nuovi servizi sulla base dei bisogni, facilitando l’accesso sia fisicamente che dal punto di vista informatico e relazionale”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere