CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, De Sica, Parenti, Foglietta e… Bud Spencer per il Pop Film Fest

Terni Cultura e Spettacolo

Terni, De Sica, Parenti, Foglietta e… Bud Spencer per il Pop Film Fest

Redazione cultura
Condividi

TERNI – Neri Parenti, la famiglia di Bud Spencer, Anna Foglietta e Christian De Sica, al quale sarà dedicata una retrospettiva e sarà consegnato un premio alla carriera. La prima edizione del Terni Pop Film Fest, che andrà in scena fra il Cityplex e la BCT dal 27 al 30 settembre prossimi propone un cartellone di livello. Missione: il rilancio del cinema popolare, che ha segnato un pezzo importante della storia culturale italiana ma che negli ultimi anni si è andato un po’ perdendo. L’evento è stato presentato stamattina presso la sala Pirro dell’assessorato alla Cultura, a palazzo Carrara, dal vicesindaco Andrea Giuli, dal direttore del Cityplex Michele Castellani e dai due direttori artistici, Antonio Valerio Spera e Simone Isola.

Recupero della tradizione. Il vicesindaco ed assessore alla cultura ha puntato sull’importanza del recupero di questa tipologia cinematografica: “Dico grazie alla intuizione ed al coraggio di Michele Castellani, perchè dopo anni di oblio, la città torna a respirare cultura anche attraverso il cinema. Il Festival di cinema popolare è coraggioso, perchè segna una nuova fase e perchè super un pregiudizio che c’è verso questo genere, ingiustamente spesso declassato a B Movie: ci sono ospiti importanti e vengono ricordati attori che hanno segnato un’epoca ed un genere, ci  sono sponsor che segnalano che la città è viva”.  E rilancia su un tema prettamente locale ma importante: “Bisogna risistemare questa città, seminare terreni incolti, come amministrazione puntiamo molto su questo e sul recupero anche di strutture come gli studios di Papigno”.

Michele Castellani festeggia un anno di Cityplex: “L’ho rilevato per evitare che la città perdesse un altro pezzo – e dopo un anno ho visto che comunque c’è interesse. Ho avuto la fortuna di conoscere Isola e Spera che mi hanno coinvolto in questa bellissima ‘follia’. Il nostro è un festival che vuole rendere omaggio al cinema popolare, restituendogli il peso culturale che merita, anche per questo quasi tutti gli eventi sono gratuiti e gli altri a prezzi popolari. E’un anno zero per noi, ma tante persone ci sono state vicine”.

Direttori artistici. Simone Isola spiega il perchè una rassegna del genere arriva a Terni: “Volevamo legare il pubblico al cinema e farlo in una realtà diversa da Roma, cercando di instaurare un forte legame con il territorio. Un’idea necessaria, nata da un’intuizione di Spera, perché oggi i meccanismi di distribuzione e di fruizione sono cambiati. Quello che speriamo di riuscire a fare con questo festival è cercare di ricreare una sinergia fra il pubblico e la sala cinematografica. Ho conosciuto Michele Castellani e quando gli ho proposto il progetto ho scoperto il suo entusiasmo”. Il cinema popolare è cultura” – spiega invece Spera – Anche se, purtroppo, negli ultimi tempi non è più considerato tale. Il nostro obiettivo è proprio quello di restituire al cinema popolare il suo giusto ruolo, specie perché parliamo di un’arte, quella cinematografica, che è l’arte popolare per eccellenza”.

Programma. Filo conduttore sarà la retrospettiva dedicata a Christian De Sica regista, in occasione del prossimo ritorno dietro la macchina da presa per il film di Natale: saranno proposti  ogni giorno alle 18 quattro film storici più un quinto domenica 30 anche alle 22.30, subito dopo l’incontro con l’artista che oltre ad interagire col pubblico riceverà un premio alla carriera. Ad aprire l’evento sarà invece alle 21 di giovedì l’incontro con i familiari di Bud Spencer che lo racconteranno come artista, a cui seguirà la proiezione di ‘Altrimenti ci arrabbiamo’ e la consegna del premio ‘Next generation’ ad un attore considerato suo erede. Venerdì e sabato alla stessa ora due anteprime nazionali: “Non è vero ma ci credo”, alla presenza del cast e preceduto dall’incontro Moisè Curia (dalla serie ‘Braccialetti rossi’) e “Un nemico che ti vuole bene”, di Denis Rabaglia, anche qui alla presenza del cast. Sabato alle 19 aperitivo con Neri Parenti, regista di tanti ‘Cinepanettoni’, mentre domenica alle 28 Anna Foglietta sarà protagonista del recital “Storie del Decamerone – Una guerra”, il cui ricavato andrà andrà alla Onlus “Every child is my child”, che raccoglie fondi per le aree in crisi per colpa della guerra, in particolare a sostegno dei bambini. Ogni mattina, fino a sabato, gli studenti andranno ‘a scuola di cinema’, con importanti testimoni: su tutti Luigi Fedele e Vinicio Marchioni che saranno ospiti sabato alle 9.30 in occasione della proiezione del film “Quanto basta”, toccante film sull’autismo.

(a breve le video interviste)