CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, dal Comune agevolazioni a società sportive che investono su impiantistica

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, dal Comune agevolazioni a società sportive che investono su impiantistica

Redazione
Condividi

Palazzo Spada, sede del Comune di Terni

TERNI– Investire sulla ristrutturazione dell’impiantistica sportiva per ottenere facilitazioni economiche dal Comune. Questo l’atto di indirizzo votato dalla Giunta Comunale a sostegno delle società sportive, che ora dovrà passare al vaglio delle commissioni consiliari. Una idea che recepisce un suggerimento lanciato nei giorni scorsi dai banchi dell’oppsosizione. Le società dovranno presentare all’amministrazione comunale un progetto d’investimento per l’impiantistica con almeno 50000 euro di spesa, con con contrazione di mutui e successivo allungamento della convenzione in essere per un periodo uguale alla durata dell’impegno economico. Il Comune poi valuterà le singole richieste.

Filipponi “Il gruppo consigliare del Partito democratico – si legge in una nota diffusa da Francesco Filipponi – prende atto positivamente della delibera di Giunta 26 in merito all’adeguamento sulle convenzioni con le società sportive, che fa seguito ad una nostra proposta dei giorni scorsi in merito a questo tema rispetto al bilancio riequilibrato”. “La delibera – prosegue la nota – ricalca in pieno il lavoro svolto dalla seconda commissione nella precedente consiliatura, ovvero a fronte di investimenti sugli impianti da parte delle società sportive, sarà possibile un adeguamento della convenzione per la gestione con prolungamento di durata pari agli anni di ammortamento dell’investimento. Oltre questo occorre però evidenziare che la riduzione dei fondi da destinare a contributi alle società sportive, che gestiscono impianti sulla base di convenzioni, è purtroppo al momento totale, ovvero equivale ad un azzeramento per l’anno 2018 ed anche per il resto del triennio 2019 e 2020”.
“Rimanendo a disposizione per contribuire a proposte utili anche da questo punto di vista – conclude il presidente del gruppo del Pd – riservandoci possibilità emendative, chiediamo una ulteriore valutazione all’esecutivo comunale, magari con provvedimenti da adottare fin da ora, ma a valere dal pronunciamento ministeriale sulla proposta di riequilibrio e con verifiche rispetto alla qualificazione del contributo previsto dalle convenzioni. Ciò al fine di sostenere le associazioni cittadine che curano la gestione degli impianti e soprattutto l’utenza costituita dai giovani ed anche meno giovani”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere