CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, da venerdì ‘Stranieri nostrani’, multiculturalità attraverso la musica

Eventi Terni Cultura e Spettacolo

Terni, da venerdì ‘Stranieri nostrani’, multiculturalità attraverso la musica

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Un appuntamento di condivisione musicale e culturale, con lo scopo di conoscersi reciprocamente e favorire lo sviluppo di una società multietnica e multiculturale. Da Venerdì torna al Caos di Terni “Stranieri nostrani”, iniziativa organizzata da dal Progetto SPRAR con Arci Terni, Arci Solidarietà Terni, Associazione San Martino, Associazione Laboratorio Idea, Caos, Indisciplinarte e con il patrocinio del Comune di Terni.

“Stranieri Nostrani- dicono gli orgaanizzatori –  è uno strano evento, una strana condivisione, sperimentazione, scambio, festa, laboratorio, cultura, musica, colori e divertimento, pensato dalle persone per le persone. La seconda edizione di Stranieri Nostrani farà un viaggio tra i suoni del mondo. Uno scambio effettivo con culture da qualsiasi parte del mondo, tra musicisti professionisti ed amatoriali, tra i cittadini e i beneficiari dei nostri progetti di accoglienza”

Il programma. Il primo appuntamento, previsto per  venerdì 24 marzo dalle ore 16 presso il Caos, sarà una Masterclass “Ritmi dall’India”, un corso di Tabla e Ritmo vocale applicati a musica indiana, Bhajan, alla musica jazz e World music, condotto dal maestro Rashmi V. Bhatt, che proseguirà nella giornata seguente. La sera di sabato 25 marzo, alle ore 21,30, sempre al Caos Rashmi V. Bhatt si esibirà dal vivo nel duo “Khayal”. Altri appuntamenti sono previsti per il 7 e 8 aprile, sempre con workshop musicali ed esibizioni, con Stefano Saletti, Barbara Eramo e la Banda Ikona.Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

La prima edizione di Stranieri Nostrani, tenutasi lo scorso anno nel mese di Marzo, rappresentava un viaggio che partiva da una cultura culinaria fino ad arrivare a quella musicale, che da sempre supera i confini e abbatte le barriere che segnano le differenze sociali, superando divisioni ed accorciando le distanze fra le diverse culture. La seconda edizione è dedicata interamente ai suoni del mondo promuovendo uno scambio con culture “Straniere”. L’idea è quella di proporre un punto di congiunzione tra chi vive la musica e chi si vuole cimentare in un nuovo processo creativo.

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere