venerdì 7 Maggio 2021 - 10:08
10.3 C
Rome

Terni, crisi Novelli: si affacciano in 4 per il salvataggio. Ci sono i soldi per le spettanze dei lavoratori

Punto della situazione venerdì al Mise tra le parti interessate. Concluse la due diligence a fine ottobre sono attese le offerte vincolanti. Agenzia nazionale e istituzioni in campo

TERNI – Qualche spiraglio per l’annosa crisi del gruppo Novelli. Stamane, presso il Mise, si sono incontrati il dottorCastano, responsabile dell’Ufficio ministeriale per le crisi industriali, i rappresentanti della Regione Umbria, della Regione Lombardia, del cda aziendale, dei sindacati e della Coldiretti per un lungo avanzato della situazione.

Interessate 4 società Da quanto trapela, è terminata la fase della cosiddetta due diligence del Gruppo e tutti i soggetti interessati (si parla di almeno 4 società) alle unità produttive Novelli hanno terminato l’analisi dei documenti. Il cda aziendale sta lavorando affinché a fine ottobre si possano presentare le reali offerte vincolanti da parte dei soggetti interessati e che privilegino le soluzioni di salvaguardia del Gruppo nel suo insieme.

Pagamenti di Agea Per quanto riguarda la situazione finanziaria del Gruppo Novelli permangono le criticità, ma dagli uffici del Ministero sarebbe trapelata la notizia rispetto alla quale Agea (l’Agenzia nazionale che eroga premi agli agricoltori e alle aziende agricole) avrebbe erogato 1,3 milioni del Piano di sviluppo rurale, soldi con i quali potranno essere pagate le spettanze arretrate ai lavoratori.

Istituzioni disponibili a compartecipare Infine, dal tavolo giungono concrete disponibilità da parte delle istituzioni presenti a compartecipare anche con finanziamento pubblico, a fronte di soggetti imorenditoriali che creino sviluppo e salvaguardia dei posti di lavoro. La prossima riunione, sempre al Mise, è fissata per il 4 novembre.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Andrea Giuli
Redattore

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi