CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Centro commerciale naturale: l’appello di Flamini e Shu incalza la Regione

Cronaca e Attualità

Terni, Centro commerciale naturale: l’appello di Flamini e Shu incalza la Regione

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – La sfida per il rilancio a Terni del cosiddetto Centro commerciale naturale è, di fatto, alle battute finali. Appelli, inviti, incentivi alle aziende e alle attività per aderire. E qualche immancabile polemica.

Nelle ore scorse era stato il presidente della Camera di commercio ternana, Giuseppe Flamini, a lanciare il sasso: “Il Centro commerciale naturale – si legge nella nota di Flamini – cerca nuovi soci. C’è tempo fino al 25 novembre per entrare nel Consorzio di imprese che dovrà dare attuazione al progetto. Il cosiddetto “Centro commerciale naturale” infatti altro non è che un rete d’imprese che si trovano nella stessa area della città e che si uniscono per essere più forti e competere sul mercato, facendo nuovi investimenti.
In ballo non c’è solo il progetto “Centro commerciale naturale” ma potrebbe esserci quello dello stesso futuro del commercio al dettaglio cittadino. I soldi ci sono. Ingenti risorse a fondo perduto messe a disposizione dalla Regione dell’Umbria per creare azioni di marketing e sviluppo del centro cittadino, con lo scopo di rivitalizzare il centro e far riprendere gli affari per le piccole imprese del commercio e dell’artigianato. Il progetto Centro commerciale naturale, per il quale ci sono a disposizione 990 mila euro a fondo perduto, prevede azioni precise di rilancio del centro con ampio utilizzo di tecnologie digitali. I contributi sono destinati a cofinanziare al 50% investimenti nella singola impresa e al 60% sono destinati ai servizi comuni del Centro commerciale. Si va dalla creazione del brand, organizzazione di eventi durante l’anno, fidelity card, segnaletica di ingresso, mobilità con navetta dalla Cascata delle Marmore e tanto altro. Un’attenzione particolare il progetto lo riserva anche al tema delle sicurezza. Per ogni impresa aderente al progetto ci sarà a disposizione una videocamera interna al negozio, una esterna, un pulsante allarme, un sensore in vetrina, e un collegamento con la centrale operativa della polizia. Servono almeno 30 imprese aderenti per partire. Per entrare è facile: basta mettersi in contatto con il Consorzio al numero 0744.405910, oppure rivolgersi a una delle associazioni di categoria che promuovono il progetto: Confcommercio, Confartigianto, Cna e Confesercenti. Disponibile anche la pagina Facebook del Centro commerciale naturale con tutte le informazioni in dettaglio. Il richiamo forte che voglio fare alle nostre imprese è quello a fare squadra, non dobbiamo fare l’errore di pensare di andare da soli in mare aperto, oggi più che mai è importante essere uniti, senza personalismi”.

Francesco Shu

Francesco Shu

Giuseppe Flamini

Giuseppe Flamini

All’appello di Flamini dà manforte il presidente del Consorzio Centro commerciale naturale di Terni, Francesco Shu: “Il Consorzio del Centro Commerciale Naturale Terni in Centro, esprime condivisione e concordanza con l’intervento del presidente della Camera di commercio, Flamini e ringrazia le imprese che, in buon numero, hanno risposto positivamente all’appello lanciato, esprimendo interesse ad entrare nella rete di imprese e concorrere alla realizzazione del progetto CCN. Il Consorzio, fiducioso che lo sforzo in atto possa portare con successo all’avvio della fase operativa del progetto, sollecita ulteriori disponibilità per l’immediato e per il futuro, essendo il progetto CCN uno strumento stabile di supporto al commercio e all’artigianato e tendente ad ampliare e cogliere nuove opportunità di business per le imprese, tramite azioni comuni di promozione territoriale e di valorizzazione anche turistica del centro città di Terni”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere