CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Festa dei Carabinieri: il maresciallo Capasso verso Roma

Cronaca e Attualità Terni

Terni, Festa dei Carabinieri: il maresciallo Capasso verso Roma

Redazione
Condividi

Carabinieri Terni

TERNI – Celebrata anche a Terni la Festa per i 203 anni dell’Arma dei Carabinieri, che è stata anche l’occasione per fare il punto sull’attività annuale. Il Maresciallo Giovanni Capasso, comandante del comando di Terni ha nella circostanza annunciato che in estate lascerà Terni per un incarico a Roma.

Risultati e attività nel Ternano La Festa dell’Arma è anche occasione di riflessione e confronto sui risultati conseguiti nell’anno trascorso. Nel periodo in esame i reparti dipendenti dal Comando provinciale hanno perseguito il 72% del totale dei delitti consumati nella Provincia, ossia 4.923 su 6.830, scoprendone 1.007. Confrontando i risultati ottenuti dalle 30 Stazioni, dai 3 Nuclei operativi e radiomobile delle Compagnie e dal Reparto operativo del Comando provinciale nel periodo maggio 2015 – aprile 2016 con quelli del maggio 2016 – aprile 2017, emerge che l’Arma ha denunciato complessivamente 1.064 persone; arrestato 118 persone contro le 82 dell’anno precedente; mantenuto sostanzialmente costante il numero dei servizi di controllo del territorio (22.073 del precedente periodo di riferimento e 22.324 gli attuali).
Nell’ultimo anno è stata posta particolare attenzione al fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti ed è stata avviata un’energica attività di contrasto che ha visto coinvolte sia le componenti operative che quelle territoriali e speciali, come i Nuclei cinofili. Le relative attività hanno permesso di conseguire risultati importanti portando al sequestro di ben 635,7 kg di sostanze stupefacenti. Inoltre, è stato registrato un decremento delle rapine, passate dalle 19 del precedente periodo alle 12 di quello in corso. Per quanto attiene i furti, nel periodo in esame, è stato registrato un tenue decremento di quelli denunciati presso i Reparti dell’Arma operanti nella provincia (2.589 nel periodo in esame, contro i 2.643 di quello precedente) pur rilevando, contestualmente, un lieve aumento del fenomeno nell’ambito del comune capoluogo, Terni (da 1.926 a 2.024).

Nel periodo in esame, il contrasto alla criminalità diffusa ha permesso di conseguire numerosi risultati operativi, tra i quali si evidenziano: nel maggio 2016 l’omicidio di Sandro Bellini, l’attività d’indagine ha permesso in pochi giorni di recuperare nelle acque del fiume Velino il cadavere della vittima, assicurando alla giustizia l’autore dell’efferato delitto; nel gugno 2016, l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla locale Procura nei confronti di 7 dipendenti comunali del Comune di Stroncone.

In relazione a queste attività, sono stati premiati alcuni Carabnieri coinvolti. Questo l’elenco delle onorificenze assegnate:

  • Encomio solenne all’ Appuntato Enrico Di Paolo, della stazionedi Arrone, impegnato durante il terremoto ad Amatrice e Accumoli, risultando “determinante per il salvataggio di numerose vite umane”.
  • Encomio semplice al Ten. Col Mariano Celi, al Magg. Dario Allegretti, al Ten Mirco Marcucci, al Maresciallo A.s.UPS Luigi Lepore, ai  Maresciallo Capo Enrico Martelli e Robertino Mattei, al Brig. Francesco De Angelis Marocco, al vice Brigadiere Mauro Nicolini per l’indagine ” per la partecipazione all’indagine in occasione di omicidio con occultamento di cadavere ed incendio doloso, che consertivame di individuarne e trarne in arresto il responsabile”
  • Elogio all’app. scelto Andrea Calzola e al Carabiniere Ugo Ascione, militari della stazione di Terni; carabinieri di quartiere che si sono guadagnati la stima dei cittadini consentendo di raggiungere risultati investigativi di ragguardevole livello;
  • Encomio semplice, al Ten Mirco Marcucci e ai Maresciallo Capo Edoardo Martelli e Robertino Mattei, al vice brig. Mauro Nicolini, del Norm di Terni, per l’indagine sugli assenteisti di Stroncone.
  • Elogio conferito dal comandante della task force Kuwait al Maggiore Marco Rovaldi, comandante del comando di Orvieto, perchè “impegnato in delicato contesto di crisi umanitaria in teatro internazionale, rendeva eccezionale contributo nell’espletamento dei compiti affidatigli”
  • Apprezzamento all’app. scelto Dante Stentella, addetto alla stazione di Narni, che interveniva nello sventare un tentativo di suicidio di persona che minacciava di gettarsi dal Ponte D’Augusto
  • Apprezzamento al Brigadiere Luca Filipponi, militare dell’aliquota operativa di Terni che dimostrava elevata professionalità in varie attività fra cui quelle che hanno condotto all’arresto di un soggetto resosi responsabile di omicidio e occultamento di cadavere

 

 

 

 

 

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere