CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni capitale della lotta alla malaria: raddoppia il polo di genomica

Eventi Terni Cultura e Spettacolo

Terni capitale della lotta alla malaria: raddoppia il polo di genomica

Redazione
Condividi

malaria Terni

TERNI – La città di Terni diventa sempre più protagonista della lotta alla malaria grazie al laboratorio del Polo GGB – Polo di innovazione di genomica, genetica e biologia dove lavora il gruppo di ricerca dell’Imperial College di Londra, guidato dal professor Andrea Crisanti.
Nel corso della conferenza stampa tenuta venerdì mattina a Palazzo Spada, Crisanti, insieme all’assessore Alessandrini ha annunciato il consolidamento delle attività nel Polo ternano, anche attraverso un ampliamento dell’organico.

Team Il team del professor Crisanti, infatti, è da anni impegnato negli studi per la lotta alla malaria ed è stato uno dei primi al mondo ad utilizzare la tecnologia “gene drive” per bloccare la capacità riproduttiva delle zanzare responsabili della trasmissione della malaria.
“Lo studio – ha detto il professor Crisanti ringraziando l’assessore e l’amministrazione per la sensibilità dimostrata– è finanziato dalla fondazione Bill & Melinda Gates, Darpa e British Biological Research Council di cui fa parte anche il polo di Terni. Ci impegniamo sin da ora a fare altri investimenti in termini di personale fino a raggiungere un organico di 25 giovani ricercatori a tempo indeterminato e senza pesare in alcun modo sui conti pubblici. Daremo così la possibilità ai ricercatori di formarsi a livello internazionale venendo in contatto con il meglio della ricerca mondiale. Quantificando – sintetizza – si può parlare di un milione e mezzo di euro l’anno che si spostano su Terni”.

Assessore L’assessore comunale alla ricerca Valeria Alessandrini, ha pubblicamente ringraziato anche Greta Immobile Molaro, amministratore delegato del Polo di innovazione di genomica per averle fatto scoprire l’importanza del Polo ternano: “Ho ritenuto importante – sottolinea l’assessore – inserire anche nel Dup (Documento unico di programmazione) questo progetto per sostenere quelle realtà che possono aiutare le eccellenze del territorio e sono sicura che Terni sosterrà in pieno questa importantissima esperienza. Il Comune infatti, oltre a contribuire per lo spazio utilizzato, sosterrà il Polo di ricerca anche attraverso iniziative per farlo conoscere a cominciare dall’organizzazione di Open Day dedicati alle scuole”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere