CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, campo Bianchina, braccio di ferro fra Comune e vecchi gestori

Cronaca e Attualità Terni

Terni, campo Bianchina, braccio di ferro fra Comune e vecchi gestori

Redazione
Condividi

TERNI- Si accende lo scontro sulla gestione del campo Diego Bianchina di Campomaggio. Nuovi sviluppi animano la vicenda, dopo che i vecchi gestori, Asd Campomaggio e Campomaggio Collescipoli hanno perso il bando per soli tre punti.

La società sportiva aveva fatto ricorso per un vizio di forma: al momento dell’apertura della busta infatti, non erano presenti nessuno dei soggetti proponenti, non convocati. Ed inoltre ci sarebbe stato anche un problema sulla nomina del Responsabile unico del procedimento e del presidente di commissione, in questo caso la stessa persona. L’esito è stato positivo, tanto è vero che l’assegnazione del campo al Csi è stata bloccata.

Le offerte restano valide, ma il Comune si è mosso in autotutela,  arrivando all’annullamento delle nomina della commissione e dei relativi atti di gara, con la necessità di nominarne una nuova prima di ripartire. Per la commissione si è trattato di un “mero errore di comunicazione”, per i vecchi gestori ovvero Asd Campomaggio per gli spazi polifunzionali e il bar, Asd Campomaggio Collescipoli per il campo di calcio, si è trattato invece di “una mancanza di libera concorrenza tra gli operatori”

Resistenza. Ieri però la novità: il Comune ha intimato ai vecchi gestori di liberare il campo e gli spazi entro lunedì. I vecchi gestori però annunciano resistenza e non hanno intenzione di mollare e intanto resteranno nell’impianto.