CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Briccialdi, il Pd: “Emendamento firmato da tutti, non solo dalla Lega”

Cultura e Spettacolo Politica

Terni, Briccialdi, il Pd: “Emendamento firmato da tutti, non solo dalla Lega”

Redazione politica
Condividi

L'ingresso del Briccialdi

TERNI – Continua – verrebbe da dire come previsto – la bagarre sull’emendamento salva-Briccialdi. Nella guerra di comunicati Lega-M5S, per intestarsi il merito, si inserisce il Pd.

Il capogruppo Filipponi, in una nota, sottolinea come il primo passo verso la statalizzazione fu fatto dall’allora ministro della istruzione Valeria Fedeli: “Tutti si intestano i meriti prima i 5 stelle ora la lega. Nessuno però cita onestamente quanto fatto in sede di legge di bilancio nel 2017 (per il 2018) per la statalizzazione graduale dall’allora Ministro Fedeli (con maturazione triennale che ha previsto le risorse vere) e le convenzioni tra il comune di Terni e l’Istituto fino al 2018 (prima del 2016 il comune versava all’Istituto oltre un milione di euro, poi in seguito 700 mila euro per il 2016, 17 oltre il comodato gratuito della sede). Tutto questo non fa comodo alla comunicazione gialloverde. Il vero problema sono i debiti pregressi nei confronti del comune (al 2016 oltre 2 milioni) e la mancanza temporanea di liquidità. Per trovare la verità basta leggere il parere dei revisori dei conti al consuntivo 2018 del Briccialdi. Senza questi sforzi oggi saremmo di fronte ad un’altra storia. Io ringrazio i docenti e gli studenti, i sindacati e le rsu che in questi anni hanno vissuto insieme a noi questa lunga vicenda”.

Emendamento. Ma il dato che emerge e che incredibilmente è stato passato sotto silenzio è che l’emendamento non era firmato da un singolo partito, bensì dalla commissione, come emerge dallo screen shot a lato relativo a resoconto del Senato. Tutti i partiti, con l’eccezione di tre grillini, hanno votato poi a favore. Insomma, ancora una volta, una guerra ad intestarsi meriti non propri. O non solo propri, come in questo caso. Con tanto di titoloni sui quotidiani.