CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni Biomassa, il ‘Comitato No Inceneritori’ di nuovo in piazza

Cronaca e Attualità Terni Politica

Terni Biomassa, il ‘Comitato No Inceneritori’ di nuovo in piazza

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Pioggia o non pioggia, sabato pomeriggio (con buona pace di Claudio Baglioni) i cittadini del Comitato No Inceneritori saranno nuovamente in piazza con un presidio alla vigilia dell’ennesima Conferenza dei servizi (in programma per l’8 febbraio) che dovrà esprimersi sul rilascio o meno dell’Aia per il riavvio dell’inceneritore di Maratta, TerniBiomassa. L’appuntamento è alle ore 16 in piazza Europa.

IL TESTO DEL PARERE ASL 

Il monito del Comitato “La conferenza dei servizi che si è tenuta il 23 gennaio – si legge in una nota del Comitato – e che doveva decidere se dare o meno l’autorizzazione all’inceneritore di Ternibiomassa (ex Printer), è terminata con un rinvio, dovuto al parere presentato da Asl, dopo anni di silenzio assoluto. Lo studio, non perfetto, delinea una situazione critica e pone al centro del problema la questione della salute. Se Asl avesse mosso i suoi uffici in questo senso qualche anno fa ci saremmo evitati l’acquisto dell’ex Printer da parte di Tozzi Holding, così come il revamping milionario dell’ex TerniEna di Agarini, oggi di Acea. E’ certo che le condizioni pessime della qualità dell’aria della Conca già dieci anni fa erano compromesse come oggi. Rimane però il dato più importante, a prescindere dai contenuti espressi nel parere: la mobilitazione permanente della città ha imposto che ciascuno, chi prima chi dopo, agisse nel merito delle proprie competenze, mandati e ruoli istituzionali, uscendo, ci auguriamo, da varie, paludose relazioni tipiche della ‘conca’ ternana. Da ora non ci sarà impianto nella Conca che non sarà considerato anche alla luce dell’aspetto sanitario, cosa mai avvenuta prima. Ebbene, ora che Asl ha prodotto un parere, ci aspettiamo che il sindaco sia conseguente con il suo parere, depositato qualche mese fa, e che proprio sull’elemento salute pubblica faceva perno. A lui probabilmente passa la palla. Non vorremmo che i tecnicismi di cui sono infarciti procedimenti autorizzativi di questa portata, vengano utilizzati per coprire la mancanza di volontà politica nel rigettare la richiesta di autorizzazione di TerniBiomassa”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere