CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, alberi pericolanti in piazza Cuoco e via Battisti: “Incolumità a rischio”

Cronaca e Attualità Terni

Terni, alberi pericolanti in piazza Cuoco e via Battisti: “Incolumità a rischio”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Un mese esatto per procedere alla potatura delle piante e mettere in sicurezza la zona, abbattendo quelle pericolanti. Il comitato di Quartiere Cardeto, per bocca del suo portavoce Raffaele Mastrogiovanni torna alla carica e punta l’indice sulle piante all’esterno del parco, precisamente in Piazza Cuoco e in via Battisti. Alberi pericolanti, che rischiano anche di mettere in pericolo l’incolumità delle persone e che a detta del comitato, vanno tagliati entro il 30 marzo, termine ultimo entro il quale è possibile farlo.

“Non é solo il parco ad avere gli alberi pericolanti o malati- scrivono –  ma anche il quartiere, dove, nella piazza principale, Piazza Cuoco, per intenderci, vi sono una serie di alberi che a nostro avviso devono essere potati e addirittura tagliati per intero con la massima celerità per evitare danni materiali alle persone che sostano nell’area. Ve ne sono almeno un paio che, a causa della loro inclinazione, a nostro avviso sono pericolosissimi e si dovrebbe transennare la strada o addirittura chiuderla temporaneamente fino alla loro rimozione. Non vogliamo fare allarmismo ma crediamo sia indispensabile un intervento straordinario con la massima celerità e mettere in sicurezza la piazza”.

Via Battisti. ” Nella strada principale, via Battisti – proseguono – poi vi sono tutte le Acacie che devono essere potate. Ad alcune nelle giornate di forte vento si sono spezzati i rami, fortunatamente senza danni a persone e a cose. All’ufficio preposto ci dicono che per questa specifica situazione, poiché programmato l’intervento, “siamo in nota” ed entro Marzo verrà fatta questa operazione. Siamo fiduciosi che ciò accada anche in ragione del fatto che il 30 Marzo scadono i termini per la potatura di tutte le piante”.

LEGGI: VIA TURATI, CONVENZIONE SCADUTA, NESSUNO TAGLIA LE PIANTE

Non solo Cardeto. Di certo c’è la questione delle piante pericolanti da tagliare sta coinvolgendo diverse zone della città. Lo scorso novembre avevamo raccolto la segnalazione degli abitanti di viale Turati relativamente a piante non messe in sicurezza per via della convenzione scaduta. Ebbene, ad oltre tre mesi la situazione è esattamente la stessa.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere