CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, al liceo “Donatelli” i cervelli non sono in fuga: premiati tanti studenti

Cronaca e Attualità Terni

Terni, al liceo “Donatelli” i cervelli non sono in fuga: premiati tanti studenti

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Ma quali cervelli in fuga. Sono, piuttosto, vicini a noi. E vanno riconosciuti e coltivati. A cominciare dalla scuola. E non solo.

Cervelli a scuola Venerdì mattina, presso l’aula magna del liceo scientifico Donatelli di Terni, sono state premiate le varie eccellenze studentesche dell’istituto che, nell’arco dell’anno scolastico ormai agli sgoccioli, si sono distinte, individualmente e in gruppo, in vari settori e in diverse occasioni e competizioni, sia regionali che nazionali.

La preside “Facciamo i nostri complimenti agli alunni che si sono distinti per capacità e creatività, perché la scuola è una palestra dove ognuno può mettere alla prova se stesso – ha detto la preside Luciana Leonelli -. Ci interessa l’eccellenza, nel senso che ci interessa la crescita di tutti e di ciascuno. Ci piace che chi ha predisposizione per un campo della cultura e della ricerca “ce la faccia” e voli alto, ma ci piace anche che gli studenti che apparentemente sembrano in difficoltà e annaspano un po’ scoprano le loro attitudini grazie alla scuola e riescano a migliorarle”.

PARLA LA PRESIDE LUCIANA LEONELLI: GUARDA IL VIDEO

Competitività e socialità Quindi, la dirigente scolastica dedica un passaggio particolare al tanto decantato tema della meritocrazia: “Sulla meritocrazia io penso che vada piuttosto declinata e non sbandierata come un assoluto, o rischia di essere ipocrita e ambigua, poiché se scatena nelle persone l’idea della riuscita a tutti costi si traduce nel suo contrario. Io non ci tengo a sfornare un alunno competitivo all’eccesso, visto che ciò spesso sfocia in una offesa all’amicizia la quale, essendo io una aristotelica, è una virtù. Chi è bravo ma sta solo nel suo orto non serve, chi è bravo e riesce anche a dare una mano agli altri è una persona speciale. Noi cerchiamo di lavorare, come possiamo, su questo importante valore aggiunto. Cioè la pro-socialità”.

I premiati 

Ecco la lunga lista dei ragazzi e ragazze premiati a vario titolo:

Federico Riccardi (4D), qualificato alle nazionali di informatica a Trento che si svolgeranno il prossimo settembre a Trento; Tommaso Pauselli (2D), qualificato alle nazionali di chimica a Roma; Leonardo Vico (2D), arrivato secondo nella fase regionale delle olimpiadi di Scienze naturali, terzo e quarto nella fase provinciale dei Campionati internazionali di giochi matematici.

Sono rientrati tra i migliori 10 della categoria di appartenenza dell’associazione umbra Mathesis: Francesco Brizi (2A), Matteo Macchia (2As), Leonardo Vico (2D), Giovanni Bruno (4D), Federico Riccardi (4D), Iman Rosignoli (5A), Lorenzo Castiglia (5D), Nicholas Sbrenna (5D).

Tra i primi 10 in Umbria per i giochi della chimica: Iman Rosignoli (5A), Giovanni Bruno (4D), Antonio Di Giuseppe, Lorenzo Donzelli, Fabio Bergonzi (2D).

Iman Rosignoli, classificato al secondo posto fase provinciale dei Campionati internazionali di giochi matematici, ammesso alla fase nazionale al 50° posto e 23° ai giochi matematici nazionali della Bocconi di Milano.

Informatica a Trento, dal 14 al 16 settembre 2017: 92 studenti ammessi (tra 1122 partecipanti dalla fase territoriale), già selezionati tra 14500 alunni che avevano partecipato alla prima fase.

Hackathon IoT, concorso dedicato allo sviluppo di progetti che coinvolgono l’informatica nella vita quotidiana. Ha ottenuto il terzo premio assoluto, con il progetto “Smart Fishing”, la squadra formata da: Carlo Longhi 5D, Fabio Longhi 5E, Leonardo Pecelli 5E, Gabriele Pierantozzi 5E, Mattia Miccioni 5E, Leonardo Morandini 5D, Michele Capparuccini 5D, Lorenzo Castiglia 5D, Simone Micheli 5D, Chiara Caprioli 5F, Chiara Pennazzi 5F, Giacomo Giuli 5F, Francesco Di Giacomi 5As, Giacomo Diversi 5As, Lorenzo Giampieri 5As, Alessio Irti 5As, Francesco Leonardi 5As, Xhuliano Bushi 5Bs, Chiara Formichetti 5B, Salvatore Cipriano 4A.

Festa della maternità: Beatrice Bufaloni (cp2E), prima classificata nella sezione poesia; Chiara Giovannini (5E), secondo premio nella sezione scrittura creativa e Benedetta Mazzieri (5GL), secondo premio per il tema di riflessione personale.

Premio Minestrini: Sofia Valeriani (3C) ha vinto il primo premio per la progettazione architettonica e il primo per la poesie.

L’Associazione umbra per la lotta contro il cancro ha premiato i seguenti studenti, protagonisti di un progetto di volontariato per l’assistenza domiciliare degli anziani malati: Eugenio Gentileschi, Alessio Cantabene, Francesco Sbordoni, Simone Angeli (4C), Lavinia Carlini, Virginia Moscatelli (4GL), Chiara Petrignani, Gaia Vittorini (4E).

Concorso “Studente ricercatore”, Università di Roma Tre: la vincitrice è Ottavia Argenti (4D). Agnese Sabina, invece, è la vincitrice con diritto di pubblicazione del concorso “Storie sottobanco” della Regione Umbria. Leonardo Bandini (3Bs) è diventato, infine, campione italiano di lotta libera, categoria Cadetti.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere