martedì 5 Luglio 2022 - 23:15
33.4 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Terni, aggredisce per gelosia il convivente a coltellate e lo ferisce al braccio

In un'altra vicenda, sempre del ternano, la moglie chiude il marito con cui ha litigato nel chiosco del bar: denuncia per violenza privata

TERNI – Triplo intervento dei carabinieri per altrettante liti avvenute ieri, sia in famiglia che fra conoscenti. Un paio di questi presentano una situazione a parti invertite dove cioè è la donna ad aggredire l’uomo.

Gelosia violenta

Nel primo di questi, una donna, per motivi di gelosia, ha aggredito con un coltello il convivente. L’uomo, 49 anni, ha sporto denuncia ed i carabinieri anno proceduto a deferire in stato di libertà alla locale Procura del Repubblica per il reato di lesioni aggravate  la convivente, di due anni più grande, che a seguito di un litigio per motivi di gelosia avvenuto all’interno della loro abitazione, lo aggrediva con un coltello da cucina. A nulla è servito per l’uomo rifugiarsi dietro la porta di accesso alla camera da letto: la donna era comunque riuscita a raggiungerlo con dei fendenti tramite uno spiraglio della porta causandogli alcune escoriazioni sul braccio, che non hanno fortunatamente necessitato dell’intervento dei sanitari.

Chiude il compagno nel bagno

Nel corso del pomeriggio, sempre a Terni, i carabinieri di Papigno a conclusione di una attività d’indagine scaturita dalla presentazione di una denuncia-querela sporta da un uomo di 51 anni, hanno deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di “violenza privata” la moglie di 53 anni. L’uomo, inconsapevole di essere seguito dalla moglie, si era recato presso un chioschetto per consumare una bevanda, dovendo recarsi in bagno chiedeva al titolare le chiavi che lasciava all’esterno della toilette dopo esserci entrato. La moglie, con la quale i rapporti non sembrano essere idilliaci, vista la scena approfittava della circostanza, chiudeva la porta del bagno e si dava alla fuga. Terminate le sue necessità, il 51enne non riusciva più ad uscire dal bagno, nel quale era chiuso, e si trovava costretto a ricorrere all’intervento di personale dei Vigili del fuoco.

Botte alla compagna

Nel terzo fatto, i militari, a conclusione di una speditiva attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di maltrattamenti in famiglia un uomo di 46 anni il quale, il giorno precedente, rientrando presso la propria abitazione in stato di ebrezza alcolica, percuoteva la compagna, più grande di due anni, causandole lesioni giudicate guaribili con 8 giorni di prognosi.

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]