CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, un milione per il piano del decoro urbano: semaforo verde ai lavori

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Terni, un milione per il piano del decoro urbano: semaforo verde ai lavori

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Un milione di euro di interventi immediati per il nuovo piano del decoro urbano. Soldi pubblici che escono dal bilancio per le spese correnti, in gran parte, oltre ai contributi che la Regione ha destinato al comune, derivanti dai canoni idrici e a 35000 euro che investirà su un progetto specifico la Fondazione Carit.

Cinque operazioni. Da domani via ai lavori in oltre 30 vie, principalmente del centro cittadino, per cinque ambiti di azione: valorizzazione del patrimonio arboreo (potature, ripiantumazione, messa in sicurezza, 540000 euro totali di intervento); aumento della sicurezza (rifacimento di marciapiedi, manutenzione di strade e buche, nuova segnaletica, complessivi 220000 euro); cura del particolare (manutenzione di strade pregiate, piazza San Pietro, piazza San Giovanni Decollato, Largo Villa Glori, per complessivi 95000 euro); illuminazione (Largo Miselli, La Passeggiata, Videosorveglianza, 80000 euro); giochi per bambini da rinnovare (100000 euro). Ad illustrare i lavori stamattina a Palazzo Spada la vicesindaco Francesca Malafoglia, l’assessore ai lavori pubblici Sandro Corradi e i due funzionari comunali Federico Nannurelli e Mauro Manciucca, insieme al presidente Asm Carlo Ottone.

Interventi “Si tratta – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Sandro Corradi – di soldi che per motivi di bilancio vanno spesi entro fine anno, per cui con pochissime eccezioni che comunque non andranno entro gennaio 2018, contiamo di chiudere tutto entro fine anno. Abbiamo puntato su interventi chiaramente riconoscibili, integrati, sono collegati uno all’altro, in maniera tale da dare una risposta complessiva sull’area nella quale si va ad intervenire, eliminando tempi morti e contenendo i disagi. Gli uffici inoltre coordineranno gli interventi evitando le ore di punta del traffico e che nella stessa zona delle città insistano più cantieri contemporaneamente. Quando sono arrivato avevo messo il decoro urbano e la manutenzione fra le priorità e questa è la nostra risposta”

La vicesindaco Francesca Malafoglia ha spiegato che “non si tratta di un intervento risolutivo in termini di sicurezza e decoro cittadino, ma aumentare il decoro della città rende le zone meno attrattive per chi delinque. Posso dire che questo è l’inizio di una nuova fase della città”. Carlo Ottone, presidente Asm ha sottolineato che “alcuni interventi erano già partiti da parte nostra, ma era necessario raccordarsi col Comune anche in termini di spese e di benefici per i cittadini”.

Alcuni degli interventi sono fra l’altro realizzati sulle segnalazioni arrivate attraverso l’Urp e vari altri mezzi da parte dei cittadini.

Il quadro completo degli interventi in corso

Interventi speciali e gare d’appalto. Eccezion fatta per le operazioni dove interverranno Asm e Afor (Agenzia Forestale, a cui sono stati appaltati con delega operativa tutti i lavori sul verde) , gli altri sono stati affidati con gara libera attraverso mercato elettronico.

Asm in particolare continuerà il cablaggio della fibra ottica ed interverrà sul Parco Le Grazie, chiuso dal marco 2015 a seguito dei danni derivanti dalla tromba d’aria che si abbattè sulla città e in particolare sulla chiesa di Santa Maria delle Grazie: “Contiamo – ha spiegato Corradi – di riaprire molto presto alla fruizione pubblica anche quell’area, considerato il fatto che quella chiesa era in passato molto frequentata dai ternani”. Sul fronte della fibra ottica saranno lasciate alcune fibre spente “che contiamo di utilizzare o per la videosorvgglianza o per le scuole”, specifica Corradi.

La Fondazione Carit, con direzione dei lavori da parte del Comune,  invece interverrà a Largo Villa Glori, dove  sarà realizzata una illuminazione d’accento con led a colori variabili nel catino centrale; saranno ripristinati i bordi in travertino danneggiati dell’intero catino; saranno recuperati gli arredi esistenti, sarà ripristinata la pavimentazione pregiata danneggiata dalle radici di un pino, che verranno bonificate ; saranno inserite nuove illuminazioni a risparmio energetico e saranno posati quattro nuovi alberi della specie liquidambur.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere