CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana verso la Virtus Entella, Mariani: “Vincere, ma con intelligenza”

Calcio Terni Sport

Ternana verso la Virtus Entella, Mariani: “Vincere, ma con intelligenza”

Redazione
Condividi

TERNI – Ancora una volta la conferenza stampa del tecnico della Ternana Ferruccio Mariani slitta di oltre mezzora: “Abbiamo provato molte cose, fra cui un sistema di calci piazzati”, dice. Poi si passa immediatamente al tema del giorno, ovvero la formazione anti Virtus Entella. Prima situazione da chiarire, le condizioni di Montalto: “Sta bene, dobbiamo valutare le sue condizioni, ma siamo ottimisti”.

Antidoto alla paura.  Dopo la gara di Cesena è emersa soprattutto la necessità di superare la paura e giocare con più serenità: “Dobbiamo far capire ai ragazzi che chi fa un errore va aiutato e possiamo tirarci fuori -spiega il tecnico – La forza della squadra è il gruppo, poi decido a seconda di chi è in condizione. In settimana ho parlato molto con loro per capire la reazione, i ragazzi sono molto attenti su quello che c’è da fare. La società? Confronto costante, ma poi alla fine io mi limito al campo”. Sul modulo dice: “Ho provato a cambiare ma il problema non è il modulo, che è fatto solo di numeri, ma la squadra che si allunga troppo. Anche domenica siamo andati in difficoltà perchè non eravamo corti. Ho trovato un gruppo che fa tanti gol e riesce a giocare bene ma poi ha paura. Quando abbiamo preso gol siamo andati indietro. Sto cercando di far passare le mie idee, bisogna cambiare anche la preparazione fisica”.

Un solo risultato per domani, ovvero i 3 punti: “Ci vuole intelligenza ed equilibrio, le partite si possono vincere anche al 90′, non andremo all’arma bianca”, dice Mariani

Le ultime e il modulo. Convocati Zanon e Gasparetto, non Paolucci ancora infortunato (è comunque andato in ritiro col gruppo), ma il tecnico ha già detto che si giocherà col 4-2-3-1. Mariani non ha dato indicazioni, ma ha lasciato intendere che dovrà cercare equilibrio tattico: “Montalto ha un problema muscolare ma giocherà solo se al 100%. Se non ce la farà toccherà a Finotto o Albadoro”. Su Bordin il tecnico spiega: “Lo vedo più come esterno che come punta. Nel mio modo di giocare lo vedo bene largo ma può anche adattarsi a fare l’attaccante”. Su Tremolada invece “Può giocare sia esterno che a centrocampo, l’ho visto molto concentrato negli allenamenti, deve capire che deve aiutare anche i compagni”.

Probabile formazione: Plizzari; Valjent, Rigione, Gasparetto, Vitiello; Signori, Defendi, Bordin; Tremolada; Montalto (Albadoro o Piovaccari), Carretta.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere