CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana verso la trasferta di Ferrara, Carbone: “Conta solo vincere”

Calcio Terni Sport

Ternana verso la trasferta di Ferrara, Carbone: “Conta solo vincere”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Settimana natalizia per nulla tale in casa rossoverde, visto che dopo la sconfitta maturata sabato la squadra ha lavorato ancora più duramente, non sempre senza tensioni, vedi lo screzio fra Palumbo e Contini che ieri è costata la partitella al centrocampista napoletana. L’ultima trasferta dell’anno, quella del Mazza di Ferrara comincia con l’imperativo unico di vincere. Perché fuori casa, sin qui, la Ternana non l’ha ancora fatto: “Fondamentale prenderci i tre punti – dice Carbone – Se andiamo a Ferrara con la valigia in mano per andare a casa per Natale abbiamo già perso. Domani poi è più importante il risultato della prestazione, anche se dobbiamo andare sempre con la stessa testa, coi nostri principi”. Messaggio chiaro e forte, ad una squadra che arrivata alla penultima di andata ha mostrato paradossalmente di soffrire di più gli scontri diretti che quelli contro formazioni sulla carta più forti o comunque messe meglio in classifica: “Penso sia un problema mentale – dice il tecnico – ma adesso a questo non dobbiamo pensare. C’è da andarci a prendere la vittoria con la Spal. Mettiamo in campo tutto quello che abbiamo, l’entusiasmo, perchè senza siamo morti. E con esso anche lo spirito di sacrificio”.

La squadra sembra aver riassorbito, comunque, il contraccolpo psicologico: “La prima cosa che ho detto ai ragazzi –spiega – è che parecchie volte siamo stati in questa situazione, ma ne siamo sempre usciti, e dobbiamo farlo anche questa volta. Questa è la Serie B, fai quattro partite bene, ne sbagli una e sei di nuovo nei playout, ma serve equilibrio, non siamo brocchi oggi come non eravamo fenomeni dopo le quattro partite buone. Molto dipende anche da quello che si respira intorno alla squadra, ma noi siamo vivi. La tensione non è un fattore negativo, anzi”.

Ternana comunque a fasi alterne, anche nel rendimento: “Conta di più però fare risultato e giocare meno bene, ma io devo andare avanti nel mio modo di vedere il calcio, non mi piace prendere la palla a pallonate, mi piace giocare, e i gol che abbiamo preso spesso arrivano perchè rischiamo giocando palla a terra. Poi dobbiamo diventare bravi noi a saper leggere le situazioni, a capire quando rischiare e quando invece no; le situazioni in partita sono tante, non possiamo sempre pensare di poterla giocare”.

Calciomercato. Questa gara a Ferrara, quella di venerdì sera con l’Ascoli, poi venti giorni di stop ma soprattutto, via al mercato. Il Carbone tecnico lascia spazio al Carbone manager: “Ci saranno arrivi e partenze- spiega – Prenderemo elementi di qualità, ma non mi interessa l’età, mi servono giocatori che facciano al caso nostro.Spero anche di scendere un po’ numericamente, perchè è difficile scegliere, non solo in partita, ma soprattutto in allenamento, non riesci a far allenare tutti. Forse qualche ragazzo delle giovanili andrà a fare esperienza”.

Il programma degli allenamenti. Squadra che dopo la sfida di domani riprenderà a lavorare il 26 in vista della gara con l’Ascoli del 30, poi riposo fino all’8 gennaio, quando andrà in ritiro a Castel Rigone. Il 14 test col Siena al Liberati

Le ultime. Avenatti ha svolto lavoro differenziato e potrebbe non essere in campo dal primo minuto. Se non dovesse farcela, pronto Dugandzic. Infortunio per Della Giovanna durante la partitella: uno scontro fra caviglie con Palombi: ad avere la peggio è stato il difensore, uscito claudicante dal campo. Zanon e Di Noia, squalificati, assenti Coppola e La Gumina. Probabile formazione (4-3-1-2): Aresti; Meccariello, Masi, Valjent, Germoni; Defendi, Palumbo, Petriccione; Falletti; Avenatti, Dugandzic. A disposizione: Di Gennaro, Contini, Sernicola, Battista, Bacinovic, Surraco, Flavioni, Di Livio, Avenatti.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere