CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana verso il Monza, Gallo: “Stiamo bene, non partiamo battuti”

Calcio Sport

Ternana verso il Monza, Gallo: “Stiamo bene, non partiamo battuti”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI– Fabio Gallo, tecnico della Ternana, parla alla vigilia del match col Monza di Berlusconi e Galliani, in programma alle 14.30 di domani allo stadio Libero Liberati.

“Poter lavorare per una settimana in maniera normale è stata una manna, perchè abbiamo potuto conoscerci bene, dopo la prima settimana movimentata. Abbiamo lavorato bene sotto l’aspetto tattico e fisico, perchè lì dobbiamo migliorare. Anche per questo ho scelto la settimana lunga, con un giorno in più di lavoro. Ma non è mai abbastanza”. Marzo con molte gare in casa: “Questo è un vantaggio per noi – dice Gallo – ma è chiaro che dobbiamo cominciare a far punti anche fuori. Certo vincere domani sarebbe molto utile, ci farebbe bene perchè i ragazzi ne hanno bisogno”.

Sul Monza. “E’ stato rivoluzionato a Gennaio – dice Gallo – ha giocatori forti per la categoria e il fatto che non vengano qui a chiudersi come tutte ci permetterà forse di fare meglio, però non possiamo farci condizionare da questo. Penso alla gara di San Benedetto, dove abbiamo interpretato la gara bene calcisticamente ma non dal punto di vista della finalizzazione. Partiamo battuti? non lo so, credo che la variabile sia la voglia di migliorare. Ho detto ai ragazzi: guardatevi attorno, pensate a dove siamo e cosa si può fare. Non siamo spacciati, se non pensiamo solo alla classifica”.

Entusiasmo. Gallo suona la carica: “Ho tanto entusiasmo e cerco di infonderlo, ci sono dei problemi ed è evidente, ma la squadra dimostra voglia. Poi è chiaro che c’è l’episodio negativo, che magari ti riporta addosso le ansie e le paure. Loro però devono essere forti moralmente, se non sei forte moralmente non puoi indossare la maglia della Ternana, vai a giocare altrove”. E ancora: “Se va forte con le proprie qualità, queste emergeranno, se va piano, non andrà da nessuna parte”.

Lavoro. Gallo spiega: “Ho lavorato molto, soprattutto sul piano difensivo, dando delle certezze perchè solo con quelle possiamo venirne fuori, poi ho bisogno di una Ternana spavalda, libera di testa, che si tolga di dossa l’apatia. Bisogna rischiare, proporre, voglio una squadra viva”. Sul rischio playout  dice: “Glielo ricordo tutti i giorni e loro ne sono consapevoli, poi ripeto, dopo c’è il campo: il rettangolo è l’uinico giudice”. A dare la carica di ha pensato anche Bandecchi in ritiro: “Ha parlato al gruppo, per infondere fiducia ed orgoglio, con un tono di avvertimento come per dire ‘Attenti che sono in forma, rischiate’, è stato un incontro dove ha infuso dei concetti in questo senso”.

Possibile che il ritiro continui: “Ne abbiamo parlato – dice Gallo – dobbiamo valutare: è chiaro che ognuno ha la sua vita e le famiglie  e quindi dobbiamo valutare anche l’effetto contrario però l’idea è quella di andare avanti”.

Le ultime. Assente Furlan, con problemi all’adduttore, Frediani va in panchina nonostante i problemi al ginocchio – ha lavorato in gruppo – così come anche Giraudo “che però è indietro dopo lo stop”.  Defendi giocherà terzino sinistro, con Bergamelli che si giocherà una maglia quindi con Russo, Hristov e Diakite. In campo in mezzo Pobega e Altobelli, poi resta da capire il modulo.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere