CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana verso Catania, Gallo e Leone sicuri: “Bisogna ritrovare unità”. Defendi e Salzano ko

Calcio Sport

Ternana verso Catania, Gallo e Leone sicuri: “Bisogna ritrovare unità”. Defendi e Salzano ko

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Doveva essere una conferenza stampa pre-partita, ma inevitabilmente, vista la presenza del ds Leone insieme al tecnico Gallo, si è finito soprattutto per parlare di altro più che di Catania-Ternana, soprattutto dopo la sorta di ultimatum che il patron Bandecchi pare aver dato su Instagram in vista delle prossime tre partite, chiedendo risposte al tecnico ed alla squadra.

Metterci la faccia. Luca Leone monopolizza la scena: “Voglio metterci la faccia in questo momento delicato – dice  il ds.  per dimostrare che questo gruppo di lavoro è unito, ma non ci abbattiamo. Le cose non stanno andando come volevamo, ma la guerra non è finita. E’ stata una settimana importante per riflettere. Bandecchi mi ha chiesto di riportare prima possibile la Ternana in Serie B, non so se è un peso troppo grande, ma noi ci dobbiamo provare e tentare il tutto per tutto. Da questo momento chiedo aiuto ai tifosi rossoverdi e alla gente di Terni, voglio far capire a tutti che noi siamo molto uniti e vogliamo riportarli in B. Non so se ci riusciremo quest’anno, ma faremo di tutto. Certo che mi sento il primo responsabile, ma continuo a pensare che questa squadra sia alla pari delle altre big, anche come organico, abbiamo gente che ha fatto la serie A e quasi tutti hanno giocato in B. In campo non ci vanno i curricula. Perchè non ho speso di più? Questioni di budget, ma non sarebbe stato giusto spendere 700.000 euro per un giocatore e 50.000 per un altro, parlando di stipendi. E poi non è detto che i bomber da 20 gol facciano la differenza. Qui ce n’è stato uno ma la squadra è retrocessa (il riferimento è a Montalto ndr)”

Errori E prosegue: “Cosa mi rimprovero? Solo le 4 sconfitte casalinghe. Con la società abbiamo fatto di tutto per dar sì che il Liberati fosse un fortino ogni domenica. A livello di risultati meritavamo di più, avrà fatto sicuramente degli errori, ma ho agito sempre con il cuore. Non sempre le ciambelle riescono col buco, questa squadre poteva essere più avanti. Ogni anno ci saranno 2 massimo 3 innesti per migliorare la rosa. Si va avanti a piccoli passi, ogni anno si migliora la squadra, Ora dobbiamo portare tutti a rendere il massimo. Ho portato 25 giocatori al mister, non è facile gestire una rosa molto ampia perchè c’è chi non gioca e potrebbe lamentarsi. Gallo fa il lavoro più difficile, l’allenatore è un uomo solo e oggi sono insieme a lui per dimostrargli la vicinanza della società. I rinnovi? Era il momento di farli, anche per dare un segnale ai giocatori”.

Su Bandecchi: “Quello che vedete su Instagram è solo una piccola cosa del suo rapporto costante con noi.Ci tiene sempre sulle spine e fa bene, il nostro lavoro è così, anche i calciatori devono sempre dare il massimo. Ben vengano presidenti come Bandecchi, mi tiene sempre attento ed è stimolante. Mi tiene molte ore al telefono e da lui ho solo da imparare”

Gallo Il tecnico Gallo si aggiunge: “Ho lavorato molto bene con la squadra, la settimana appena trascorsa è stata difficile per i risultati, che condizionano i giudizi, gli umori e il lavoro. Con il presidente ci siamo parlati in maniera schietta, sto lavorando per essere più determinati in zona gol. Per 5 mesi la squadra ha dimostrato un grande gioco, tra i migliori della categoria, dobbiamo ritrovare quelli che eravamo fino alla gara di Monopoli compresa. In questo momento ci manca la finalizzazione, mi sono concentrato su quello, ho cercato di dissociarmi da un ambiente ostile nei miei confronti. Penso di avere esperienza in questo, sia da calciatore che da allenatore in piazze difficili. I risultati non danno serenità, quando non sei sereno giochi con la paura. Io sotto pressione? Il presidente è stato sempre chiaro, non sono stato contento dei fischi allo stadio, ma io fino a che sono qui devo pensare solo al bene della Ternana”

Le ultime Intanto, la tegola del giorno è l’infortunio muscolare per Defendi nella rifinitura. Il capitano non è convocato così come Salzano, anche lui fuori per un problema muscolare. Assenti anche Suagher  Nesta e Marcone, rientrano Diakitè, Damian e Celli.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere