CARICAMENTO

Scrivi per cercare

La Ternana cala un tris al Potenza nel giorno del ritorno del pubblico allo stadio

Calcio Terni Sport

La Ternana cala un tris al Potenza nel giorno del ritorno del pubblico allo stadio

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Suagher (30’st Russo), Frascatore (30’st Mammarella); Palumbo, Proietti (14’st Damian); Partipilo (24’st Kontek), Falletti, Furlan, Raicevic (24’st Ferrante). A disp.: Vitali,Vantaggiato, Torromino, Paghera, Peralta, Laverone, Salzano. All. Lucarelli
POTENZA (4-2-3-1): Marchegiani; Coccia (43’st Romei), Conson, Boldor, Panico; Iuliano (1’st Coppola), Sandri; Viteritti (11’st Cianci), Ricci (1’st Di Livio, 40’st Iacullo), Volpe: Salvemini A disp.: Santopadre, Brescia, Balcet, Zampa,  Di Somma, Lorusso, Costa Pinto All. Somma
ARBITRO: Zufferli di Udine (assistenti: Pedone-Terenzio IV Uomo Bitonti)
MARCATORI: 14’pt Partipilo (T), 41’pt Boben (T), 43’st rig Falletti (T)
NOTE: Giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 541. Ammoniti: Partipilo  (T), Panico (P), Suagher (T), Di Livio (P), Cianci (P). Calci d’angolo: 10-4. Recupero: 0’pt 3’st

TERNI– Torna il pubblico, anche se poco – appena 541 sui 1000 concessi – e la Ternana ringrazia dell’affetto con una vittoria convincente: 3-0 al Potenza, mai davvero pericoloso. I rossoverdi giocano in scioltezza ed amministrano il vantaggio, rifiatando soltanto ad inizio ripresa.

Le scelte. Lucarelli fa riposare Vantaggiato, schierando al suo posto Raicevic e Kontek, scegliendo una mediana con Palumbo e Proietti. Suagher torna al centro della difesa, insieme a Kontek, mentre Defendi torna terzino. In casa lucana confermate le ipotesi della vigilia con Viteritti, Ricci e Volpe dietro all’ex Salvemini. Gli altri due ex rossoverdi, Di Livio e Zampa partono in panchina. Moduli speculari.

Primo tempo. Partenza arrembante della Ternana che dopo 14′ va in vantaggio con Partipilo: fa tutto Palumbo, che con una serpentina entra in area  e mette sui piedi dell’ex barese un pallone solo da spingere in rete. Poco prima, la Ternana si era resa pericolosa con Defendi, che al volo raccoglie un cross dalla sinistra e mette angolato fuori di poco.

La reazione del Potenza arriva con Ricci che sfrutta un rimpallo favorevole e sfodera un tiro centrale da due passi deviato da Iannarilli in angolo. Al 28′ occasionissima per Sandri, il cui tirocross per poco non beffa Iannarilli. Molto contestata la direzione  su Zufferli che ha ammonito Partipilo per proteste ma non due giocatori del Potenza per altrettanti falli evidentissimi. Al 34′ Salvemini scappa via palla al piede sulla trequarti ed al limite dell’area tenta un rasoterra che va a lato di pochissimo. Al 40′ grande numero di Falletti che con un tunnel manda fuori causa Boldor, ma il pallone viene agganciato in ritardo dagli avanti rossoverdi; la difesa lucana sbriga in angolo sul tocco di Defendi e dal corner nasce il 2-0 segnato da Boben, lesto a raccogliere la corta respinta di Marchegiani.

Secondo tempo. Parte subito bene la squadra di Lucarelli, ma Coccia che intercetta un pallone che sarebbe arrivato a Raicevic solo davanti al portiere. Poi un clamoroso errore rossoverde – Iannarilli sbaglia l’intervento sulla punizione di Cianci  libera al tiro Boldor che centra il palo. Cianci spaventa ancora la Ternana e Lucarelli, dopo una conclusione di Palumbo, corre ai ripari con una serie di cambi.

Al 25′ ancora la Ternana: bellissimo tiro a giro potente di sinistro di Palumbo che termina non lontano dalla porta difesa da Marchegiani. Ci prova anche Furlan: rasoterra dal limite dell’area, conclusione però troppo centrale e pallone nelle mani di Marchegiani. Il Potenza, di nuovo schiacciato nella sua area va in affanno e sul decimo calcio d’angolo per le Fere arriva il tris: fallo di mano di Boldor sul cross di Damian,  Falletti trasforma il rigore. Poi più nulla, fino al triplice fischio. Mercoledì trasferta a Lentini contro il Catania, se nel frattempo la situazione sanitaria in casa etnea non sarà peggiorata.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere