CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, testa al Benevento e cuore ai terremotati: maglia speciale e solidarietà

Calcio Terni Sport

Ternana, testa al Benevento e cuore ai terremotati: maglia speciale e solidarietà

Emanuele Lombardini
Condividi

Benito Carbone, allenatore della Ternana

TERNI – Anche la Ternana si stringe attorno ai terremotati della Valnerina. Un pensiero per tutti, in particolare per Cascia, spesso sede dei ritiri rossoverdi. In una nota, la società  comunica di ” voler esprimere la propria vicinanza ad una località ad essa molto cara, la città di Cascia, sede di diversi ritiri della Prima Squadra. Tutta la Società si stringe intorno ad i suoi abitanti ed intraprenderà delle iniziative a sostegno della ricostruzione e della salvaguardia degli edifici. Per non dimenticare, e per sensibilizzare tutti i telespettatori, in occasione dell’incontro Ternana-Benevento i calciatori entreranno in campo con una maglia contente un messaggio di solidarietà rivolto a questa popolazione”. Una raccolta fondi è stata avviata, come già un mese fa, dai tifosi della Curva Nord, in particolare da parte del gruppo Rocca Rossoverde. Chi volesse contribuire può portare generi di prima necessità e vestiario fino a domani dalle 16.30 alle 19 al Bar Macedonia (via Leopardi 8).

La preparazione della sfida. Il grande dilemma, alla vigilia di Ternana-Benevento (il capitano dei giallorossi è il ternano doc ed ex rossoverde Fabio Lucioni, ma c’è anche l’altra ex Fera Ceravolo) è sul fronte dell’attacco. Con La Gumina messo ko da un infortunio nel momento in cui stava crescendo l’intesa con Avenatti, Benito Carbone deve ripensare probabilmente il modulo o comunque rimescolare i ruoli. L’altro dubbio- lo dice esplicitamente in conferenza stampa – è quello in difesa fra Germoni e Della Giovanna: “Ho paura che Della Giovanna non sia al massimo e soffrire Ciciretti, potrebbe essere una soluzione a gara in corso”, dice il tecnico che poi spiega: “Solo dopo la rifinitura scioglierò questi due dubbi”.

Una cosa è certa, col Benevento la Ternana dovrà scendere in campo con la mente sgombra: “Abbiamo lavorato con serenità grazie alla vittoria – dice il tecnico rossoverde – ma dobbiamo essere consapevoli che domani avremo davanti una squadra forte. Noi dobbiamo vincere a tutti i costi per uscire da questa classifica e respirare aria pulita. Servirà la gara perfetta: la nostra bravura dovrà essere quella di andare in avanti, fare noi la partita e non abbassarci come accaduto nell’ultimo match”.

Poi spiega che da qualcuno (Defendi) si aspetta di più (“Deve essere più continuo”) e che Falletti, anche nel momento difficile che sta vivendo è un giocatore chiave per la Ternana: “Per me è fondamentale anche al 50%. E’ un giocatore che può cambiare volto alla partita in qualunque momento. Deve crescere. La serenità ce l’ha così come la fiducia incondizionata di tutti. Lo aspettiamo così come abbiamo aspettato Avenatti”. E a questo proposito ha ribadito che i due resteranno almeno sino a fine anno e che la società sta lavorando per il rinnovo.

Una settimana di ritiro, per i rossoverdi, senza mai aver calcato il prato del Liberati: “Siamo stati alla Polymer, a Narni Scalo e a Sangemini – dice – io ringrazio le società che si sono rese disponibili, ma ho trovato campi non ottimali. Non possiamo rischiare di farci male…”. Messaggio al Comune, vista anche la lunga gestazione della convenzione…

Le ultime. Di Livio potrebbe andare in panchina. Fuori gioco Duganzdic, La Gumina  e Coppola. Fuori gioco anche Valjent, convocato in nazionale (la Under 21 slovacca).Torna Meccariello. Probabile formazione (4-3-1-2): Di Gennaro; Zanon, Masi Meccariello, Germoni; Defendi, Petriccione, Di Noia; Falletti; Avenatti, Surraco. A disp: Aresti, Sernicola, Contini, Della Giovanna, Bacinovic, Palumbo, Palombi, Flavioni, Di Livio.

 

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere