CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, sofferenza, infortuni e un ‘rosso’: a Trieste l’anticipo finisce 1-1

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana, sofferenza, infortuni e un ‘rosso’: a Trieste l’anticipo finisce 1-1

Emanuele Lombardini
Condividi

TRIESTINA (4-2-3-1): Valentini; Libutti (41’st Formiconi), Codromaz (41’st Steffè), Lambrughi, Sabatino; Maracchi, Coletti; Mensah, Bracaletti (11’st Procaccio), Petrella (31’st Bariti); Granoche. A disp.: Boccanera, Pizzul, Bolis, Pedrazzini, Bolis All.: Pavanel.
TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Fazio, Diakitè, Bergamelli, Lopez; Defendi, Callegari (28’st Pobega), Salzano; Bifulco (17’st Vantaggiato), Marilungo (32’st Nicastro), Frediani (17’st Rivas, 32’st Furlan). A disp:: Vitali, Gagno, Gasparetto, Butic,  Giraudo, Hristov. All.: De Canio.
ARBITRO: Sozza di Seregno (assistenti: Leonarduzzi-Sartori).
MARCATORI: 29’pt Marilungo (TE), 26’st Petrella (TR)
NOTE: Serata fresca, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 5000 circa. Espulso 42’st Pobega (TE) per doppia ammonizione. Ammoniti Defendi (TE), Maracchi (TR), Fazio (TE), Bergamelli (TE). Angoli 5-1, Recupero 1’pt 4′ st

TRIESTE– Finisce 1-1 al Nereo Rocco fra Triestina e Ternana. Rossoverdi ancora imbattuti, ma è un risultato che va messo sulla bilancia con un secondo tempo di grande sofferenza per i rossoverdi ed una situazione difficilissima a centrocampo, con Vives e Altobelli infortunati, Rivas che si è stirato al rientro dopo appena 15′ e Pobega espulso.

Le scelte. De Canio cambia tutto in attacco: tridente completamente diverso da quello che aveva iniziato la gara contro l’Albinoleffe. Anche complici le non buone condizioni di Furlan, gioca Marilungo con ai lati Frediani (al debutto dall’inizio e Bifulco). Le assenze di Malomo e Beccaro, invece, costringono il tecnico locale Pavanel a tornare al 4-2-3-1 con Bracaletti nel tridente con Petrella e Mensah dietro a Granoche.

Primo tempo. Ternana concentrata che al cospetto di un avversario quotato ha l’occasione di far vedere il suo lavoro. Parte bene la squadra di De Canio che potrebbe subito segnare sullo svarione di Valentini che non trattiene la palla: Marilungo però non ci arriva. Lentamente guadagna metri la Triestina: al 10′ Mensah velocità salta Fazio ma nessuno raccoglie l’invito, poco dopo Sabatino mette in mezzo un bel pallone per la testa di Granoche che manda alto di poco. Al 23′ punizione di Maracchi, con lo stesso esito. La Trestina prova a spingere: l’imbeccata di Petrella per Granoche al minuto 25 è al bacio ma l’uruguagio non ci arriva; la Ternana raccoglie e tenta la ripartenza, sbattendo però contro il centrocampo della formazione di Pavanel.

Gara bella, che però si stappa solo alla mezzora: Lopez mette in mezzo un bel pallone, Defendi batte al volo, Valentini si vede rimbalzare la palla davanti e la smanaccia, Marilungo ringrazia e la sbatte dentro. La risposta della Triestina è sempre e solo con Granoche: al 35′ gran girata di testa che costringe Iannarilli all’intervento di piede. Minuto 37, ancora Lopez per la testa di Marilungo e palla sopra la traversa, a seguire la rovesciata di Codromaz non trova lo spazio. Il tempo si chiude sulla giocata di Salzano, imprecisa, che finisce fuori di un niente e le proteste della Triestina per un presunto fallo di mano in area di Diakitè, non sanzionato dall’arbitro.

Secondo tempo. Subito ci prova la Triestina con Mensah ma il cross è troppo lungo. La Ternana risponde con un colpo di testa di Bifulco alto di poco, replica giuliana con Granoche: cross di Sabatino, colpo di testa dell’uruguayano centrale, para Iannarilli. La Triestina prova a spingere sul gas: al 9′ calcio di punizione dal limite di Coletti, ma la parabola è prevedibile e si spegne in mezzo all’area, rilanciata fuori dalla difesa rossoverde, poi Mensah lancia Petrella; botta angolata sul palo lontano con Iannarilli che interviene da campione. Nel mezzo, l’ingresso di Procaccio per bracaletti che aumenta il tasso offensivo dei suoi. La Ternana, risponde con Vantaggiato e Rivas (all’esordio) per Bifulco e Frediani.

Dai e dai, a forza di spingere, la Triestina trova il pari e lo fa con Petrella, uno dei migliori del team alabardato: sull’azione insistita dei suoi al minuto 26 si fa trovare pronto e libero, mette la palla nella fessura giusta e manda fuori causa Iannarilli. I rossoverdi incassano, rischiano un paio di volte il raddoppio della Triestina poi perdono Rivas (stiramento al flessore). De Canio inserisce Furlan per l’ex Inter e anche Nicastro per Marilungo, ma la squadra fatica a ridisegnarsi e poco dopo vede di nuovo le streghe: al 34′ infatti Maracchi centra un palo dal limite a Iannarilli fuori causa e per fortuna dei rossoverdi nessuno è pronto per il tap-in.

Il rosso a Pobega, ammonito due volte nel giro di 1′, azzera il centrocampo rossoverde (mercoledì si rischia di non avere sufficienti giocatori nel reparto) e chiude il match. Punto buono: ma troppa sofferenza nel finale con i biancorossi che reclamano un fallo di mano in area e sfiorano il 2-1 con Granoche che centra il palo nel recupero, ma in posizione di fuorigioco. Mercoledì, salvo ribaltoni del Tar, si torna in campo per il recupero col Rimini.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere