CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, rabbia e sfortuna: a Bari quattro infortuni e pari in 10, ma è fuori dai playoff

Calcio Sport

Ternana, rabbia e sfortuna: a Bari quattro infortuni e pari in 10, ma è fuori dai playoff

Redazione sportiva
Condividi

BARI (4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare (49’st Berra), Costa; Hamlili (43’st Perrotta), Bianco (16’st Maita), Scavone (16’st Schiavone); Laribi (43’st Folorunsho); Simeri, Antenucci. A disp:: Marfella, Berra,Pinto,    Corsinelli, Stasi, Terrani, Costantino, D’Ursi.All. Vivarini
TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Parodi (37’pt Nesta), Diakité, Bergamelli, Celli (37’pt Mammarella); Verna, Salzano, Palumbo; Defendi (18’pt Partipilo), Ferrante (27’pt Vantaggiato) Furlan. A disp: Tozzo, Marcone,  Russo, Sini,  Mucciante, Damian, Vantaggiato, Marilungo, Torromino. All. Gallo
Arbitro: Marchetti di Ostia Lido (assistenti: Moro-Zampese IV Uomo Rutella)
Marcatori: 29’pt rig Antenucci (B), 26’st Vantaggiato (T)
Note: Partita giocata a porte chiuse. Osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del Coronavirus. Allontanati al 20’st il tecnico Gallo (T) per proteste e al 47’st il ds rossoverde Leone per proteste.  Espulso 22’st Palumbo (T) per gioco pericoloso. Ammoniti: Di Cesare (B), Damian (T) , Mammarella (T), Iannarilli (T), Verna (T), Simeri (B), Partipilo (T). Calci d’angolo 4-2. Recupero: 5’pt 4’+3’st

BARI-.La Ternana chiude ufficialmente la sua stagione ma esce a testa altissima. A Bari finisce 1-1, coi galletti che passano per la miglior posizione di classifica, ma alla Ternana resta il rammarico di aver giocato senza cambi nel secondo tempo, per via dei quattro infortuni nella prima parte. Con un uomo in meno, per l’espulsione di Palumbo – un rosso eccessivo – i rossoverdi hanno chiuso il Bari nella propria metà campo e chissà che partita sarebbe stata se il signor Marchetti non avesse deciso di penalizzare oltremodo le Fere con alcune decisioni quantomeno discutibili.

Le scelte. La Ternana di fatto conferma le scelte della vigilia: l’unico nome non previsto è quello di Celli che sostituisce ancora Mammarella. Per il resto, Verna per Paghera, con Salzano e Palumbo, mentre nel 4-3-3 Defendi si fa male dopo 18′ e lascia il posto a Partipilo. Nel Bari l’unica sorpresa è Bianco al posto di Maita.

Primo tempo. Al Bari basta il pari e si vede. I pugliesi tengono bassi i ritmi e la cosa fa ovviamente a loro gioco, mentre la Ternana prova a spingere. Il Bari ci prova con Antenucci dalla distanza, con Iannarilli che però fa buona guardia, poi si vede due volte la Ternana, prima con Verna (colpo di testa su cross di Celli, tiro deviato) e poi con Ferrante che salta di testa su punizione di Celli, palla a lato di poco.

Ferrante si scontra con Di Cesare: l’intervento è durissimo e l’attaccante deve uscire. Al suo posto Vantaggiato, che è sfortunatissimo: il cross di Laribi gli sbatte sul braccio in area, è rigore che Antenucci trasforma. Incredibile sfortuna per la Ternana: si fa male anche Celli, che esce in barella toccato duro: Gallo deve inserire Mammarella ma non avendo più slot è costretto anche a fare il quarto cambio, inserendo Nesta per Parodi. Solo nell’intervallo si saprà che anche questo cambio è per infortunio.

La Ternana è comunque viva: ci prova prima Bergamelli al 43′ di testa su punizione, poi Vantaggiato con una bordata da lontano, alta di poco.Nel recupero del primo tempo, botta di Mammarella da fuori area, altissimo.

Secondo tempo. La Ternana rientra di buona lena e si butta subito avanti: al 5′ c’è un mani evidente di Ciofani su cross di Furlan che l’arbitro non sanziona, grandi proteste dei rossoverdi. Laribi calcia sulla barriera su punizione, poi Vantaggiato ha una grande occasione al 10′, che va alta di poco. Nel momento migliore della Ternana, ci mette lo zampino il signor Marchetti che prima caccia il tecnico Gallo che protesta giustamente per un mani biancorosso non fischiato e poi espelle Palumbo per un intervento su Hamlili netto ma non così duro.

Non molla la Ternana e al terzo tentativo, Vantaggiato fa centro: siluro da fuori area che si infila fra le maglie della difesa barese e lascia di stucco il portiere Frattali.Il gol ringalluzzisce le Fere che schiacciano il Bari nella sua metà campo, sfiora ancora il gol con Verna (Frattali è costretto al corner) e si regala un finale all’arrembaggio. Al 41′ di nuovo Vantaggiato, da lontanissimo, con Frattali che sfiora quel tanto che basta per mandare a lato. L’assalto finale, con tre ulteriori minuti di recupero, non porta esito. Bari in semifinale, Fere fuori, ma che peccato.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo