CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana pronta per la Giana Erminio, De Canio: “Sono ancora arrabbiato per Bolzano”

Calcio Terni Sport

Ternana pronta per la Giana Erminio, De Canio: “Sono ancora arrabbiato per Bolzano”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI- E’ un De Canio ancora arrabbiato ed accigliato quello che si presenta in conferenza stampa per presentare la sfida di domani del Liberati contro la Giana Erminio (ore 14.30).

La notizia è che Giraudo si è infortunato: “E’uno degli strascihi della gara di Bolzano – dice – così come anche Pobega, che ha una mano fratturata”. L’ex Torino poi sarà comunque  fra i convocati. E prosegue: “Contro il Sudtirol abbiamo giocato su un campo inadatto, avevamo problemi di equilibrio, lo ha detto anche il tecnico altoatesino che non si poteva giocare – spiega – La squadra ha reagito, abbiamo preso due pali e creato molte occasioni nella ripresa. Peccato per il secondo gol subito, un rinvio alla carlona dove siamo stati disattenti. Non posso dire nulla alla squadra, secondo me non abbiamo giocato male, abbiamo giocato  come è stato possibile giocare  al cospetto di un avversario di un buon valore, con una difesa molto solida. Dobbiam ocorreggere qualcosa ma abbiamo creato e non siamo stati fortunati. Loro con due tiri hanno fatto gol, noi abbiamo preso i pali. Sulla traversa di Vantaggiato il guardalinee non ha visto la palla entrare. C’erano almeno altri due rigori, mi girano le scatole. Il modulo? Non è stato quello a condizionarci. La squadra non si è disunita, è stata bene in campo, abbiamo commesso un paio di errori sulla quale siamo stati puniti. Abbiamo giocato, creato le nostre occasioni e fallito il rigore del 2-2. Rispetto alla gara contro il Vicenza sono tranquillo, abbiamo dato risposte importanti. Contro i biancorossi non avevamo giocato bene, a Bolzano no, ma è stato un inconveniente”

Ieri però l’allenatore ha avuto un alterco con un gruppetto di tifosi, sedato da Diakitè: “Sono venuti ad insultarmi, mentre allenavo la squadra, è normale che io abbia reagito”, spiega. “Ranucci è venuto a parlare con me? Un normale scambio di opinioni”.

Sull’avversario dice: “Penso che venendo da 3 sconfitte, si difenderanno e cercheranno delle ripartenze, a livello logico almeno, poi non si sa mai”

Marilungo e Vantaggiato. Capitolo Marilungo: l’attaccante non segna da 7 partite: “Non ha l’ansia del gol – spiega il tecnico – altrimenti avrebbe tirato il rigore con il Rimini e quello a Bolzano. Non è in piena condizione, vero, ma sono tutti così, hanno dovuto fare una preparazione diversa da quella pensata all’inizio, gli infortuni hanno pesato. Detto questo, mi sembra che con il Rimini abbia creato parecchie situazioni per fare gol, sbagliando un po’ di più ovviamente, ma il suo livello di condizione è al livello degli altri. Marilungo può; giocare con Vantaggiato, però dipende dalle situazioni”.

Mercato. Sul fronte mercato, è categorico: “Non sono propenso ad intervenire molto. Non a centrocampo, perchè comunque con la sosta rientreranno tutti o quasi. Semmai dovremo trovare una alternativa a Fazio”.

Le ultime. Giraudo come detto, convocato, non Pobega. C’è invece Vives, alla prima convocazione dopo l’infortunio. Difficile ipotizzare la formazione, viste le assenze anche di Rivas e Salzano, ma dovrebbe tornare al 4-3-1-2.

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere