CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana pronta per il big match col Teramo, Lucarelli: “Nessuna fuga, solo una tappa”

Calcio Sport

Ternana pronta per il big match col Teramo, Lucarelli: “Nessuna fuga, solo una tappa”

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – La Ternana si prepara ad un nuovo scontro diretto. Alle 17.30 al Liberati domani sale il Teramo per un match che potrebbe valere ai rossoverdi la fuga in caso di vittoria. In conferenza stampa però, il tecnico Cristiano Lucarelli spegne gli entusiasmi: “Nessuna spallata, solo una tappa verso la fine del campionato, contro un avversario altrettanto forte, che insieme a noi e altre 5-6 squadre si giocheranno la vittoria. Il Teramo non è più forte del Bari,  sono scontri diretti, cambiano le caratteristiche dell’avversario, ma in ogni partita ci sono molte insidie, dobbiamo navigare a vista, vivere alla giornata e domani ci sarà da soffrire”

Sull’avversario: “Dobbiamo abituarci a considerare tante partite dei match clou. Come è stata la precedente come saranno le prossime. Ci sono 7-8 squadre che possono ambire al primo posto al netto di chi parte meglio o peggio.. Paci aveva fatto molto bene l’anno scorso a Forlì, sta facendo molto bene a Teramo. Sta facendo rendere il Teramo come ci aspettavamo rendesse l’anno scorso. Hanno fatto un signor mercato prendendo giocatori che hanno vinto. Sono organizzati e pericolosi perché vincono senza subire gol. E’ una squadra molto quadrata che riesce ad essere anche molto efficace nella fase offensiva. Come si segna al Teramo? La palla magica non ce l’ho. Sappiamo che si difende bene, che sugli esterni con Diakité e Tentardini hanno una gamba importante difficili da superare. Arrigoni è molto forte e avrei voluto portato a Catania. Ilari pur non giocando nel suo ruolo naturale ha fatto 6 gol. Costa Ferreira non lo scopro io. Bunino è un ottimo giocatore, molto bravo ad attaccare la profondità. Mungo l’ho allenato tre volte e so cosa sa fare. E’ una partita molto complicata che viene in un momento giusto per capire se abbiamo la continuità per capire se possiamo arrivare fino in fondo”

Squadra compatta. Elogi per tutti, ma soprattutto per chi ha giocato meno: “Sono i più importanti, è grazie a loro se gli allenamenti hanno un ritmo elevato e sono allenanti. Ho sempre pensato che quando una squadra vince campionati è perché quelli che giocano di meno sono ragazzi intelligenti. Questa settimana abbiamo dato un giorno in più di recupero come facciamo sempre quando ci sono le tre partite. Addirittura ci sono stati giocatori che si sono presentati il lunedì oltre al martedì ad allenarsi, nonostante fosse facoltativo. Oer fare gruppo ci vuole l’intelligenza di chi gioca meno. Per fortuna abbiamo ragazzi che hanno accettato di mettere le loro esigenze dopo quelle della Ternana”.

Le ultime. Assenti Celli e Ferrante, il tecnico non si scopre: “Con me gli avvicendamenti non sono mai esclusi. Domani non è escluso che possa esserci qualcosa di più di un avvicendamento”. La cosa lascia pensare ad un cambio di modulo per coprire dalla parte di Ilari: “Non si può escludere nulla. Può darsi ma io per quel che ho visto sia Ilari o Costa Ferreira tendono ad entrare in mezzo al campo. A noi sembra un 4-2-3-1 con una posizione degli eterni in ampiezza un po’ ad entrare dentro il campo. Una sorta di 4-2-2-2 che utilizzava il Villareal qualche anno fa”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere