martedì 4 Ottobre 2022 - 06:37
15.4 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Ternana pronta per Ascoli, Lucarelli: “Squadra forte, ambiranno ai primi posti”

Tutto pronto in casa Ternana per il debutto ufficiale in campionato domani sera alle 20.45 contro l'Ascoli allo stadio Del Duca.

TERNI – Tutto pronto in casa Ternana per il debutto ufficiale in campionato domani sera alle 20.45 contro l’Ascoli allo stadio Del Duca. Cristiano Lucarelli, tecnico delle Fere, presenta il match. Si parte parlando dell’avversario.

“L’Ascoli utilizza un modulo diverso con Bucchi, è una nuova stagione per loro come per noi, non entrerà in campo quello che è successo lo scorso anno, anche noi abbiamo cambiato qualcosa nella rosa e nello staff. Il nostro obiettivo è solo l’Ascoli, lo scorso anno è entrato ai playoff in maniera prepotente, poi ha fatto un ottimo precampionato, vincendo contro la Roma e in Coppa Italia a Venezia, ambiranno ai primi posti”

La squadra

Poi fa il punto sulla squadra: “Favilli è pronto, fisicamente sta bene, ha fatto il ritiro con il Genoa, anche lui viene da un infortunio. E’ un ragazzo che ha giocato ad alti livelli, ma come spesso accade un infortunio o altre situazioni ti portano ad abbassare lo standard e la fiducia, ma ha delle qalità importanti, possiamo provare a riportarlo ai suoi livelli. Donnarumma è recuperato. Falletti potrebbe venire con noi per riassaporare l’odore dell’erba e l’adrenalina del ritiro, ma non penso possa giocare, Coulibaly non è convocabile”

La difesa

“Mi sembra che un po’ tutti abbiano questo problema, guadate quanti gol sono stati segnati in Coppa, squadre di Serie A hanno subito gol contro compagini di B, direi che altri si devono preoccupare più di noi. La difesa? Abbiamo 5 difensori che potrebbero giocare tutti titolari, di altissimo livello, il problema semmai è la fase difensiva e non la difesa. Abbiamo subito pochissimi tiri in porta sia dal Frosinone che dalla Cremonese, ma ancora la condizione non è al massimo, pensare di non concedere nulla specialmente negli ultimi minuti adesso è impossibile. Dobbiamo lavorare, scorciatoie non ne conosco. Nel calcio i miglioramenti sono piccoli e impercettibili, non è come portare la macchina dal carrozziere e la riprendi pronta. Dobbiamo cercare di perdere meno palloni negli ultimi 30 metri quando siamo scoperti, mentre a difesa coperta non abbiamo subito niente”.

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]