CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana-Perugia: 25 anni fa il gol scomodo di D’Ermilio e quello ‘strano’ derby

Calcio EVIDENZA Perugia Terni Sport Extra

Ternana-Perugia: 25 anni fa il gol scomodo di D’Ermilio e quello ‘strano’ derby

Emanuele Lombardini
Condividi

(articolo pubblicato nel libro di Umberto Maiorca “Con il Grifo nel cuore”)

Il gol di Roberto D’Ermilio. Domenica 8 Marzo 1992.  Nel bene o nel male, non c’è tifoso del Perugia e della Ternana che non lo ricordi.   Campionato di serie C1 girone B 1991-92, rossoverdi e biancorossi vivono un momento d’oro. I ragazzi del “Clag”, l’indimenticato Roberto Clagluna, e quelli di Adriano Buffoni lottano per la vetta del campionato e quel derby, che al Curi fu deciso da un gol di Ghezzi aveva lasciato più di qualche strascico, con un giocatore della Ternana, Massimiliano Farris, che nel dopogara fu quasi aggredito da un dirigente biancorosso mentre rilasciava una intervista. Forse era anche per questo che in quella calda domenica di primavera, a Liberati si respirava un’aria strana. Era un derby non bello. Poche cose, poco spettacolo, difese poco brillanti ma anche reparti avanzati che sembravano troppo spuntati per due squadre di vertice. Chi quel giorno è sugli spalti – come me che ancora non facevo il cronista – storce il naso.

“Se la sono accomodata”, dice la gente sugli spalti. Ma come “accomodata”? Proprio questa? Proprio il derby?. Che poi però a pensarci bene in fondo, un punto per uno, in quel momento, in quel contesto, considerando com’era andata al Curi, avrebbe evitato problemi fuori dello stadio e non avrebbe fatto male a nessuno, con 9 partite da giocare e 18 punti (allora la vittoria ne valeva 2) da assegnare. Chiamiamolo pure “compromesso storico”.  Ma il destino talvolta è burlone e quel pomeriggio aveva deciso di tirare uno scherzo mica male alle due squadre. Minuto 87. Roberto D’Ermilio, centrocampista rossoverde col vizio del gol, scaglia un tiro senza pretese dalla tre quarti. Dai, è un tiro fiacco, che vuoi che succeda? E invece no. Luciano Arisi, portiere del Perugia, quella palla la vede arrivare nemmeno troppo forte, ma abbastanza tesa da metterlo fuori causa. Gol.

Un gol nel derby, cavolo! A tre minuti dalla fine! Eppure in campo, la gioia sembra quasi “forzata”. D’Ermilio prima si mette le mani sul volto, poi allarga le braccia in segno di esultanza, qualcuno lo va ad abbracciare, tutto intorno sembra quasi che sia più voglia di rimettere palla al centro. Fra i biancorossi certo. Ma anche fra i  rossoverdi. Il Perugia riparte, gli spazi si allargano, la Ternana sembra quasi non opporre resistenza. Il Perugia però, il gol del pareggio non riesce a trovarlo e la Ternana vince.

Quello che sia successo nel tunnel degli spogliatoi rossoverdi nessuno lo sa, anche se circolano tante voci. Quel ch’è certo è che alla fine la Ternana è salita in B, con 3 punti di vantaggio sulla Fidelis Andria. E il Perugia, con quel punto in meno chiuse terzo. Il gol di D’Ermilio, ha fatto storia, per anni uno striscione è stato appeso al Liberati a ricordo del derby della beffa E sui  “muri” telematici i tifosi biancorossi e rossoverdi ne parlano ancora oggi. Senz’altro non per caso.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere