CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, pari a Teramo, ma i rossoverdi recriminano un rigore non assegnato

Calcio EVIDENZA Terni Sport

Ternana, pari a Teramo, ma i rossoverdi recriminano un rigore non assegnato

Redazione sportiva
Condividi

TERAMO (4-3-1-2): Tomei, Florio, Piacentini, Cristini, Tentardini, Costa Ferreira (25’st Santoro), Arrigoni, Ilari (37’st Cianci), Bombagi, Martignago (25’st Mungo), Magnaghi (37’st Lasik). A disp. Valentini, Gega, Minelli, Iotti, Birligea, Viero. All: Tedino.
TERNANA (4-3–1-2): Tozzo; Parodi, Suagher, Celli, Mammarella; Paghera (35’st Salzano), Proietti, Palumbo (47’st Damian); Marilungo (35’st Torromino); Ferrante, Partipilo (25’st Furlan). A disp.Marcone, Iannarilli, Diakité, Vantaggiato, Russo,  Sini, Defendi, Nesta All: Gallo.
ARBITRO: Cudini di Fermo (assistenti: Zampese-Moro)
MARCATORI: 14’st Pertipilo (TRN), 15’st Costa Ferreira (TER)
NOTE: Giornata fresca, terreno in buone condizioni, spettatori 3527 dei quali 710 da Terni. Ammoniti: Tentardini (TER). Calci d’angolo: 6-9. Recupero 0’pt 5’st.

TERAMO– Finisce 1-1, non senza recriminazioni da parte rossoverde, il match fra Teramo e Ternana. Un risultato che stacca di altri due punti la squadra di Gallo dalla Reggina, che oggi ha vinto a tavolino a Rieti visto che il match è stato annullato per irregolarità nella distinta dei laziali, in campo con la Berretti dopo il caos societario.

Le scelte. Il ballotaggio a centrocampo in casa Ternana si risolve con Paghera, Proietti e Palumbo in campo, Salzano e Defendi in panchina. Nel Teramo la novità è Magnaghi davanti al posto di Mungo e un 4-3-1-2.

Primo tempo. Squadre che si confrontano a viso aperto, ma che come previsto, non si superano facilmente. Il Teramo è pericolosissimo per primo con Tentardini che fugge via e mette in mezzo per Magnaghi,  palla sopra la traversa. Risposta rossoverde con un cross in area di Mammarella non trasformato da Paghera. A seguire ci prova Palumbo ma Tomei si allunga e salva la porta del Teramo.

Al 20′ occasionissima per il Teramo che sugli sviluppi di una punizione, il tocco di Cristini manda Ilari al tiro, con la palla che va fuori di pochissimo. Sul rovesciamento di fronte Marilungo da posizione defilata manda a lato. Al 24′ grandi proteste della Ternana per un contatto, apparso evidente, in area fra Cristini e Marilungo, non sanzionato dall’arbitro. Subito dopo, altro capovolgimento con gli abruzzesi di nuovo vicini al gol con Parodi che si immola sul tiro di Bombagi. Al 37′ Mammarella ci prova direttamente da calcio d’angolo con Tomei che manda di nuovo in corner in estensione. Il tiro di Bombagi deviato da un compagno, che finisce alto, chiude una prima frazione tiratissima ed equilibrata.

Secondo tempo. Partenza con brivido per i rossoverdi, che commettono un errore e liberano in contropiede Martignago, il cui tiro coglie di sorpresa Tozzo ma non Suagher che si getta sul pallone e manda fuori. Al 10′ bella giocata rossoverde sull’asse Ferrante-Marilungo, con Proietti che poco fuori area ci prova con un sinistro basso a lato; sul rovesciamento Bombagi si libera di Suagher poi tira, il difensore manda in angolò: sullo stesso, il Teramo segna ma l’arbitro annulla per una spinta di Ilari su Marilungo.

Sul rovesciamento (minuto 13), la Ternana va in vantaggio con Partipilo che finalizza una mischia in area su passaggio di Ferrante. Palla al centro e il Teramo pareggia: giocata di Florio, Magnaghi difende la palla in area e la prepara per il tiro imparabile di Costa Ferreira.

La girandola dei cambi e l’infortunio – piuttosto serio, esce in barella –  per Costa Ferreira animano un finale nel quale le due formazioni non riescono più a trovare lo spunto buono.