CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, i goal di Marilungo e Ferrante stendono la Paganese nella ripresa

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

Ternana, i goal di Marilungo e Ferrante stendono la Paganese nella ripresa

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-3-1-2): Tozzo; Parodi (33’st Nesta), Suagher, Celli, Mammarella; Salzano (41’st Damian), Proietti, Palumbo; Partipilo (33’st Torromino); Ferrante, Marilungo (41’st Furlan). A disp.: Marcone, Iannarilli, Diakitè,  Vantaggiato, Russo,Torromino, Sini, Defendi.All.: Gallo
PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Sbampato (16’st Scarpa), Schiavino, Panariello; Carotenuto, Caccetta (37’st Bramati), Capece, Gaeta (37’st Bonavolontà), Perri; Alberti (16’st Musso), Diop. A disp.: Scevola, Campani, Mattia, Stendardo, Lidin, Acampora, Guadagni. All.: Erra
ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale (assistenti: Lencioni-Testi)
MARCATORI: 8’st Marilungo, 20’st Ferrante.
NOTE: pomeriggio freddo, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori  5959, paganti 352 di cui 78 nel settore ospiti. Ammoniti: Parodi (T), Diop (T), Capece (T). Calci d’angolo: 4-0. Recupero: 2’pt 4’st

TERNI – Tris di vittorie casalinghe per la Ternana. Dopo la gara col Picerno e quella di coppa con la Fermana, i rossoverdi, si impongono 2-0 con la Paganese. Una vittoria costruita nel secondo tempo, dopo una prima frazione all’insegna dello spreco (di azioni da gol).Più concreti nella ripresa i rossoverdi, che avrebbero potuto anche arrotondare il bottino.

Le scelte. Tutto confermato in casa Ternana, la rotazione in attacco vede Marilungo al fianco di Ferrante,con Partipilo nel ruolo di trequartista. In casa azzurrostellata confermato l’undici annunciato alla vigilia: in campo l’ex Diop, in panchina l’altro ex Scarlato.

Primo tempo. Partenza a tutto gas con tre occasioni in cinque minuti. Comincia la Paganese: cross di Gaeta, Diop anticipa tutti e di testa sfiora il palo alla destra di Tozzo. Sul rovesciamento Palumbo sale palla al piede e serve Salzano, il cui tiro è però impreciso e finisce a lato. La Paganese ci prova ancora con Caccetta, senza esito, ma la Ternana è pericolosa di nuovo, prima con Marilungo e poi, soprattutto con Ferrante che sul cross di Palumbo si getta di testa, senza trovare la porta. La Paganese però c’è, è viva e se dietro mostra grossi limiti, davanti si difende bene: al 29′  Capece  ruba palla a Parodi e con un tiro a girare ad impegna Tozzo.

La Ternana non riesce ad accelerare e viaggia a strappi, anche se quando si presenta davanti a Baiocco è pericolosissima: al 41′ il cross di Mammarella sul quale si avventa Partipilo che di testa spedisce a lato di poco. Ancora i rossoverdi al 43′: palla in mezzo di Palumbo per  Salzano, tiro ribattuto e ripresa di Ferrante che manda alto di poco.

Secondo tempo. La Ternana riparte arrembante, subito tre azioni nei primi 8 minuti. Prima ci prova Suagher sugli sviluppi di un corner, ma la deviazione non riesce, poi Palumbo che si invola da solo verso la porta e da posizione favorevole manda a lato, infine Marilungo batte a rete, trova Baiocco pronto alla respinta e si ributta sul pallone scaraventandolo in rete.

La risposta della Paganese è timida: Diop arriva davanti a Tozzo, ma è per un errore di Suagher, e il tiro è debole. Il risultato è che al 20′ la Ternana, raddoppia: filtrante di Partipilo per Ferrante che scaraventa di potenza verso Baiocco che non ci arriva. Un minuto dopo, lo stesso Ferrante va di nuovo a segno in contropiede, ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

La Paganese si spegne gradualmente e la Ternana ha gioco facile: al 30′ Salzano pericolosissimo, lanciato da Proietti, arriva in velocità e dal limite manda alto di pochissimo. Poco dopo, punizione dalla distanza di Mammarella con Baiocco che allunga la mano e riesce a mandarla in angolo. Sulla prosecuzione, con la Paganese schiacciata in area, Salzano va due volte vicino al gol, trovando in un caso Baiocco pronto alla parata.

Girandola di cambi da ambo le parti, la Ternana chiude il match in attacco (contropiede di Torromino nel recupero sui piedi del portiere), mentre la Paganese non si affaccia sostanzialmente più dalle parti di Tozzo. Finisce col successo rossoverde.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere