CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, la ‘prima’ di Falletti e Peralta: “Pronti per riportare le Fere in serie B”

Calcio Sport

Ternana, la ‘prima’ di Falletti e Peralta: “Pronti per riportare le Fere in serie B”

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Doppia presentazione in casa rossoverde. L’area ospitalità della Ternana, ormai diventata sala stampa in versione Covid ospita la ‘prima’ in rossoverde di Diego Peralta ed il ritorno di Cesar Falletti.

Falletti. Il Folletto uruguayano spiega: “La trattativa era in piedi già da tempo, io però ero legato dal contratto col Bologna e non potevo liberarmi. Andare a giocare in Messico è stato un errore, sono stato spesso in panchina ed ero lontano da casa. Ho avuto tante offerte, ma io volevo tornare qui, a casa mia”

“Ho avuto messaggi da parte di ex compagni della Ternana, anche Ceravolo mi ha scritto e gli ho detto di raggiungermi, ma non è possibile…. L’ultimo anno abbiamo fatto una grande cosa a lsciare la Ternana in B, ora c’è un grande affetto da parte dei tifosi e voglio ripagarlo. Rispetto al primo giorno a Terni mi sento molto più maturo, ora ho 27 anni. Ma c’è sempre la voglia di scherzare con i video come facevamo nello spogliaoio. Dobbiamo ricreare un grande gruppo, poi se arrivano i risultati sarà tutto più facile. Sarà una stagione difficile, perchè la serie C è molto diversa dalla B, perciò siamo concentrati sul lavoro”.

E sottolinea: “Ho giocato mezzora in amichevole a Pineto ero già stanco. Sono un po’ indietro, sono ancora al 70%. Però con mezzora si può già incidere sul match. Mi sono ambientato subito grazie a Ferrante, che mi ha presentato tutti e mi ha fatto sentire a mio agio, mi manca il ritmo perchè mi allenavo da solo. Sento la reponsabilità, ma s i vince e si perde tutti insieme. Il messaggio da dare ai tifosi? Di stare tranquilli che in questo anno faremo di tutto per tornare in Serie B”.

Peralta. Prima di lui era toccato a Diego Peralta. ““Quest’anno il Girone C è difficile, ma molto bello e stimolante affrontare grandi squadre. La Serie C è un calcio fisico, ma poi bisogna saper giocare bene a pallone. Il mio maestro? Gattuso. L’ho avuto a Pisa. Con lui ho avuto un bellissimo rapporto, mi ha dato tanto a livello di approccio alla gara, mi ha insegnato cosa significa fare il calciatore professionista. Sono molto legato anche al suo vice Gigi Riccio (ex calciatore rossoverde, ndr)”

“Mi hanno convinto a venire qua le ambizioni della società e la grande qualità dell’organico. Lo scorso anno ho avuto una buona stagione, mentre le precedenti un po’ meno. Ma sicuramente voglio migliorare e incrementare il mio rendimento. Il mio ruolo? Sono un attaccante esterno, sia a destra che a sinistra, ma spesso in passato ho fatto anche il trequartista. Le mia abilità sono il dribbling e il tiro, oltre allo spirito di sacrificio. Sono rimasto molto positivo da tutte le componenti della Ternana, dallo staff tecnico a quello medico. La squadra è composta da tutti ragazzi fantastici, è piacevole stare qua, c’è un bel clima”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere