CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, la legge del ‘tre’ va avanti ancora: battuto anche il Catania

Calcio Terni Sport

Ternana, la legge del ‘tre’ va avanti ancora: battuto anche il Catania

Redazione sportiva
Condividi

CATANIA (4-3-3): Martinez; Calapai, Zanchi (1”st Pinto), Claiton, Silvestri; Albertini (1’st Rosaia) Maldonado, Welbeck; Manneh (25’Izco), Sarao (23’st Gatto), Biondi (10’st Emmausso) A disp.: Della Valle, Confente, Pellegrini, Tonucci, Vicente, Piovanello, Pecorino.All.: Raffaele.
TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Palumbo (30’st Salzano), Damian (40’st Proietti); Partipilo (30’st Peralta), Falletti (16’st Paghera), Torromino; Vantaggiato (1’st Raicevic). A disp.: Vitali, Russo, Suagher, Laverone, Frascatore,  Ferrante,  Onesti. All.: Lucarelli.
ARBITRO: Marcenaro di Genova (assistenti: Gualtieri-Massimino IV Uomo Saia)
MARCATORI: 42’pt Partipilo (T), 13′ st Raicevic (T), 21’st Defendi (T), 35’st Maldonado (C)
NOTE: Giocata in campo neutro. Ammoniti Vantaggiato (T), Falletti (T), Emmausso (C), Maldonado (C). Recupero: 3’pt. 5’st

LENTINI– Ancora una volta la Ternana segna tre gol. Che valgono tre punti. Allo stadio Angelino Nobile di Lentini, la formazione di Lucarelli batte 3-1 un Catania decisamente sottotono e mai pericoloso e si prepara al meglio alla sfida contro il Foggia.

Le scelte. Un infortunio dell’ultim’ora per parte: Furlan nella Ternana (al suo posto Torromino), Tonucci negli etnei (in campo Zanchi). Per il resto, Kontek in difesa con Boben e mediana con Palumbo e Damian da una parte, Claiton centrale nel 4-3-3 del tecnico rossazzurro, che schiera un tridente con Manneh, Biondi e Sarao

Primo tempo. Ternana arrembante con Partipilo che è grande protagonista sin dall’avvio: traversa al 3′ su colpo di testa ad incrociare, poi al 6′ ci prova questa volta di sinistro. Tiro rasoterra parato agevolmente da Martinez. Al 10′ si vede il Catania con Welbeck, che  calcia da 30 metri: Iannarilli para ma non trattiene e rischia la frittata. Al 25′ Partipilo dal centrosinistra mette in mezzo per l’accorrente Torromino. Tiro al volo e palla bloccata da Welbeck sul dischetto del rigore. Manneh semina il panico nella difesa delle fere, ma il suo tiro finisce in angolo, poi la Ternana segna: cross dalla sinistra di Mammarella per Partipilo che anticipa il marcatore e di testa non sbaglia questa volta, palla tra la traversa e la mano di Martinez. Nel finale, Vantaggiato sfiora il bis di testa su cross di Torromino, con Martinez che para bene.

Secondo tempo. Subito dentro Raicevic per Vantaggiato, con la Ternana che rientra più coperta. Cambia molto il Catania che si affaccia al minuto 11: Pinto al cross da sinistra, girata debole di Rosaia, Iannarilli raccoglie la sfera. Alla prima vera giocata della ripresa, la Ternana raddoppia: sgroppata sulla sinistra di Mammarella e palla in mezzo per Raicevic che non si fa pregare due volte e la scaraventa in rete. Addirittura, rossoverdi subito vicini al 3-0: Torromino lancia dalla sinistra, palla sul secondo palo per sponda di testa di Partipilo e colpo di testa di Raicevic alto. Falletti lascia il posto a Paghera: l’uruguayano ha bisogno di rifiatare.

Il tris arriva al 21′: lancio di Paghera per Torromino che si accentra e calcia, Martinez smanaccia sul palo e sulla ribattuta Defendi la scaraventa dentro. La reazione del Catania è timida, ci prova Calapai con un cross senza esito. Il gol rossazzurro arriva – come gli altri segnati dal Catania sin qui – su calcio franco: punizione col goniometro dalla trequarti dell’ecuadoregno Maldonado che Iannarilli vede solo passare. Nel finale il forcing catanese, con un cross dalla destra di Calapai, Iannarilli che va a vuoto e Gatto di testa la mette a lato. Poi è solo festa rossoverde

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere