CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, la corsa non basta: a Bari i soliti errori, i Galletti vincono 3-0

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana, la corsa non basta: a Bari i soliti errori, i Galletti vincono 3-0

Emanuele Lombardini
Condividi

Gasparetto e Signorini

BARI (3-5-2): Micai; Capradossi, Marrone, Gyomber; Fiamozzi (31’st Morleo), Tello, Basha, Busellato, Iocolano (15’st Floro Flores); Improta, Cissè (38’st Petriccione). A disp: Conti, Tonucci,  Kozak, Brienza, Galano, Anderson, Cassani, Salzano, Da Silva. All. Grosso.
TERNANA (3-3-3-1): Plizzari; Valjent, Gasparetto, Signorini; Defendi, Paolucci, Angiulli; Finotto (26’pt Favalli), Tremolada (1’st Tiscione),  Carretta; Albadoro (11’st Montalto). A disp: Bleve, Vitiello, Varone, Candellone, Ferretti, Taurino, Marino,  Bordin, Capitani All. Pochesci
ARBITRO: Ghersini di Genova (assistenti: Pagnotta-Cipressa IV Uomo Camplone).
MARCATORI: 10’pt e 10’st Cissè, 21’pt Improta
NOTE: Giornata calda, terreno di gioco in buone condizioni.  Spettatori 13113. Ammoniti: Signorini (T), Gyomber (B). Calci d’angolo: 2-1 Recupero: 1’pt 4’st. Al 2′ st Albadoro (T) calcia fuori un rigore.

BARI – Ternana-Bari è finita al 21′, quando la formazione dell’eroe di Berlino 2006 Fabio Grosso ha segnato il secondo dei tre gol con cui i Galletti hanno superato i rossoverdi. Per carità, alla vigilia s’era detto e scritto che una sconfitta a Bari non sarebbe stato un dramma, visto il maggior tasso tecnico dei biancorossi. Il punto è che ancora una volta la Ternana ha perso anche – se non soprattutto – per colpe proprie: due gol regalati, su altrettanti errori di Valjent e altrettanti buchi in difesa e una squadra rossoverde che dopo il tris ha rischiato di prenderne almeno altri due (con Iocolano che ha centrato anche un palo). Davanti, a parte la traversa di Defendi, poco più del nulla. Va bene il gioco spregiudicato, va bene anche la difesa alta, a patto però che si faccia un gol più degli altri.

La partita. Pochesci resta fedele al suo credo e vara un 3-3-3-1 con Albadoro alle spalle del  tridente Finotto-Tremolada-Carretta. In difesa c’è il debutto in campionato per Andrea Signorini, al fianco di Valjent e Gasparetto, in mezzo al campo Angiulli con Defendi e Paolucci. Nel Bari Grosso sceglie Iocolano e Fiamozzi per al posto di D’Elia e Floro Flores, avanzando Improta al fianco dell’ex Atalanta e  Benevento, il nazionale guineano Karamoko Cissè.

 Subito botta e risposta in partenza. Tremolada sfiora il gol a portiere battuto; il Bari risponde con Fiamozzi che cerca e trova  Iocolano, il cui pallone sibila a lato di pochissimo. Come al solito, davanti la Ternana va che è un piacere, mentre dietro le amnesie fioccano. Su una di queste il Bari segna, al minuto 10: nuova giocata sull’asse Fiamozzi-Iocolano, con Valjent che respinge il tiro dell’ex Alessandria ma lo fa sui piedi di Cissè che controlla e batte Plizzari. Lo stesso sfiora il bis 3′ dopo: affondo sulla destra di Fiamozzi e cross in mezzo per l’ex orobico: tiro al volo e palla  sopra la traversa. Al 16′ occasionissima rossoverde con Carretta che mette sui piedi di Defendi un gran pallone che l’ex di turno schianta di piatto sulla traversa. Come scende, il Bari trova campo libero, soprattutto sulla fascia destra rossoverde: Valjent buca di nuovo, stavolta su Improta e per l’ex grifone appoggiare in rete è un gioco da ragazzi. Minuto 21 e 2-0, che non diventa 3-0 solo perchè poco dopo Iocolano- dopo essersi liberato di Valjent e Signorini – centra il palo.

Pochesci toglie Finotto e passa alla difesa a 4, il Bari complice anche il doppio vantaggio sfonda meno ma al 38′ può segnare ancora, stavolta su calcio franco: Signorini ferma con modi spicci Iocolano, punizione dello stesso dal limite che sbatte sulla barriera e sinistro a fil di palo di Improta sulla ribattuta. Subito dopo sale sugli scudi Plizzari che prima manda in angolo un tiro dell’ex Busellato e sugli sviluppi dello stesso respinge ancora in corner su Capradossi.

Ripresa. Si riparte con Tiscione per Tremolada e lo stesso 4-3-1-2 modificato in corso. Tello scappa subito via a Favalli con Plizzari che rimedia, poi al 2′ c’è l’occasione per accorciare: Capradossi manda giù in area Albadoro, è rigore che però lo stesso ex Bari scaglia fuori. E’ il sigillo su una giornata negativa, certificata dal 3-0 firmato ancora Cissè al termine di un’azione iniziata da Fiamozzi e conclusa da Cissè dopo uno scambio in velocità con  Tello e Iocolano.

Pochesci ci prova inserendo Montalto per Albadoro, ma la situazione è ormai compromessa e il Bari gioca in scioltezza. Al 13′ di nuovo Fiamozzi libero sulla fascia, salta Angiulli e mette in mezzo, Gasparetto sfiora l’autogol. Cissè sfiora il tris personale poi Grosso mette Floro Flores per Iocolano e l’ex Udinese sfiora a sua volta la rete al primo pallone toccato: Cissè irride nuovamente la difesa rossoverde e libera per il nuovo entrato, Plizzari neutralizza il diagonale.La Ternana si vede solo su calcio franco, come al 20′: punizione, palla in area e colpo di testa di Gasparetto alto di poco. L’ingresso di Petriccione al posto di Cissè (esordio per l’ex rossoverde col Bari) è l’ultima nota di un match che gradualmente si spegne. Sabato al Liberati arriva il Venezia: urgono rimedi contro l’acqua alta.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere