CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana indecente, solo un pari con la Giana: Ranucci manda tutti in ritiro

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana indecente, solo un pari con la Giana: Ranucci manda tutti in ritiro

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Fazio (41’st Butic), Diakité (1’st Bergamelli), Hristov, Lopez; Defendi, Altobelli; Bifulco (26’st Giraudo), Marilungo, Frediani (29’st Furlan); Vantaggiato. A disp.: Vitali, Gagno, Gasparetto, Cori, Filipponi, Vives, Callegari. All. De Canio
GIANA ERMINIO (4-4-2): Leoni; Perico (18’st Capano), Bonalumi, Rocchi, Montesano (38’st Pirola); Iovine, Palma, Pinto (38’st Piccoli), Lunetta (38’st Seck); Chiarello (36’pt Rocco), Perna. A disp.: Taliento, Dalla Bona, Ababio, Mandelli, Sosio. All. Bertarelli
ARBITRO: D’Ascanio di Ancona (Notarangelo-Assante)
MARCATORI: 8’pt Palma (G), 24’pt e 27’pt Bifulco (T), 35’pt Perna rig. (G), 10’st Frediani (T), 15’st Rocco (G)
NOTE: Ammoniti: Diakite’, Frediani (T); Pinto, Leoni (G) Angoli: 5-2

TERNI – La Ternana si è smarrita e per ritrovarla il presidente Ranucci la manda in ritiro: questa la decisione del numero uno rossoverde al termine della indegna prestazione dei rossoverdi, che fanno 3-3 con la Giana Erminio, modesta formazione che veniva da tre sconfitte di fila, bene organizzata e volenterosa, ma nulla più. Un pareggio che è come una sconfitta, figlio dei tanti errori soprattutto in fase difensiva. Inguardabile Diakitè,ora anche ammonito e che quindi salterà Ravenna, indecoroso anche Hristov, colpevole sul terzo gol della formazione lombarda.

E dire che era cominciata anche benino, coi rossoverdi che avevano costruito quattro palle gol nei primi 7′ di gioco: prima un :tiro di Frediani deviato da un difensore in corner, poi in sequenza Bifulco, Marilungo e Hristov. Ma al primo affondo, la Giana si accorge di essere su Autostrade per l’Italia e segna: tiro di Pinto respinto da Iannarilli, Iovine la rimette in per Palma che ci mette il piattone.

Ternana stordita, che ci mette parecchio tempo a capire cosa è successo e anche il pareggio, che arriva al 24′ è assolutamente casuale: punizione di Frediani e colpo di tacco di Bifulco. L’ex Rimini è galvanizzato dal gol e prova a suonare la carica: molto meglio l’azione che porta al 2-1 rossoverde, con Lopez che serve Frediani, il cui tiro è respinto alla bell’e meglio da Leoni, con Bifulco che è lì e non può sbagliare. Cosa che invece aveva fatto poco prima da due passi Lunetta. A questo punto ci si aspetterebbe una Ternana risvegliata e invece no. Frittatone di Diakitè che manda giù Lunetta: rigore solare, con la bandiera gianese Perna che batte Iannarilli: si va al riposo così ma è un calice amarissimo.

Prima del tea time era entrato Rocco al posto dell’infortunato Chiarello e la Ternana se lo ricorderà bene perchè l’ex Belluno (22 reti l’anno scorso in D) fa vedere le streghe ai rossoverdi. La punizione di Perna apre le danze con Iannarilli cosrtretto alla parata super, poi al 10′ Frediani riaccende le speranze rossoverdi: triangolo con Marilungo e gol del 3-2. Ora basta, direte voi. E invece no, perchè la Ternana decide che deve farsi ancora del male: tempo 5′ e arriva il 3-3. Lo segna appunto Rocco che manda in tilt Hristov e mira al portiere, battendolo.

La Ternana ci prova ancora a dire, il vero, ma è più una reazione confusa che convinta. Nell’ordine: cross dal fondo di Frediani e colpo di testa di poco alto di Vantaggiato, conclusione a lato di Giraudo e bella giocata di Vantaggiato non recepita da nessuno. Poi nel finale prima Altobelli pesca Leoni fuori dai pali e tenta il pallonetto mandando alto poi il neoentrato Butic sbaglia di poco. Finisce 3-3, Ranucci conferma De Canio ma da stasera tutti al lavoro  e squadra all’Hotel Garden, ad oltranza.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere