CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana in rottura prolungata: gli ex la puniscono e l’Avellino vince 2-0

Calcio Sport

Ternana in rottura prolungata: gli ex la puniscono e l’Avellino vince 2-0

Redazione sportiva
Condividi

AVELLINO (3-4-2-1): Dini; Illanes, Bertolo (12’st Rizzo), Laezza (2’st Zullo); Celjak, Di Paolantonio, Izzillo (1’st Ferretti), Parisi; Garofalo, Micovschi (12’st Rossetti), Albadoro (12’st Pozzebon). A disp: Tonti,  Njie, Evangelista,  Federico, . All. Capuano.
TERNANA (3-5-2): Iannarilli; Russo, Sini, Bergamelli (18’st Damian); Parodi, Paghera, Proietti (12’st Vantaggiato), Palumbo, Mammarella; Partipilo, Ferrante (18’st Marilungo). A disp.: Tozzo, Marcone, Nesta, Diakité, Mucciante, Verna, Salzano, Furlan, Torromino. All.: Gallo.
ARBTRO: Zufferli di Udine (assistenti: Gualtieri-Massimino)
MARCATORI: 12’pt Albadoro (A), 41”st rig Di Paolantonio (A)
NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Parodi (T), Rosetti (A), Dini (A), Palumbo (T), Zullo (A). Calci d’angolo:5-9. Recupero:2’pt 5’st

AVELLINO – La Ternana non sa più vincere e le zone altissime della classifica sono un miraggio. La squadra rossoverde cade 2-0 ad Avellino, nonostante un buon secondo tempo. La finale di Coppa da vincere diventa ormai l’unica strada per una posizione buona in chiave playoff, sempre che si giochino.

Il caos domina la vigilia della  sfida. Fino alle 13 c’è stato il rischio del rinvio, dopo le parole del ministro dello sport Vincenzo Spadafora, a traino di quelle del presidente dell’Assocalciatori Damiano Tommasi. La Lega Pro, come per ora il resto del calcio, ha deciso di andare avanti, se ne riparlerà in settimana.

Le scelte. Gallo conferma le ipotesi della vigilia e si schiera a specchio con gli irpini. Bergamelli al centro della difesa, Proietti terzo della mediana nel 3-5-2. In casa Avellino tre variazioni: Bertolo per Zullo al posto dell’infortunato Morero, l’avellinese doc Garofalo a centrocampo e il rumeno Micovschi al fianco di Albadoro, ex della sfida insieme a Di Paolantonio (e Paghera fra le Fere). Assenti gli altri due ex, Alfageme per qualifica e sul fronte rossoverde, Suagher nei rossoverdi per infortunio.

Primo tempo. Si parte di buona lena. L’Avellino è pericoloso subito, con Celjak che recupera palla ed imbecca di Paolantonio, apertura verso Izzillo che Iannarilli chiude bene. Risponde la Ternana  con una botta al volo di Parodi che va fuori, poi al 12′ l’Avellino segna: fallo di Bergamelli su Albadoro e punizione dal limite: batte Di Paolantonio, colpo di testa di Albadoro che mette fuori causa Iannarilli. La reazione della Ternana è affidata all’altro ex Paghera, il cui tiro però è poco convincente e finisce alto di poco. Al 28′ bella occasione per Ferrante con l’attaccante rossoverde che tenta il colpo da terra, senza trovare la rete. Il tempo si chiude con Ferrante che va in gol con l’arbitro che aveva però annullato per fuorigioco.

Secondo tempo.Meglio la Ternana nella ripresa. Tre occasioni in sequenza per i rossoverdi: al 7′ la conclusione di Partipilo è bloccata dal portiere, all’11’ invece Illanes ricaccia letteralmente fuori di testa, sulla linea, una botta di Parodi sul secondo palo dopo cross di Mammarella. In mezzo, l’opportunità avellinese con Micovschi parata da Iannarilli in distensione. Al 16′ altra occasione per l’Avellino con il tiro di Illanes salvato in corner da Paghera, dhe anticipa Rossetti appostato per ribadire in rete porta vuota dopo il cross di Celjak.

La Ternana cambia tre giocatori, inserendo Damian, Vantaggiato e Marilungo e sull’asse di questi due ultimi va in scena una bella occasione con Partipilo che riceve palla ma viene anticipato al momento di tirare a rete. Botta e riposta all’altezza del miniuto 27: contropiede di Rossetti per Pozzebon con Iannarilli che sventa, a seguire Damian poco dentro l’area manda fuori. Al 33′ serpentina in area di Palumbo, poi il tiro sfiora il palo. A seguire, Zullo manda in corner su tiro di Partipilo. Al 40′ Illanes scappa via e mette Rossetti davanti a Iannarilli, ma il giocatore manca il match point. Che però è solo rinviato: Paghera manda giù Di Paolantonio, calcio di rigore che lo stesso ex realizza. Sipario, la rottura prolungata prosegue.

 

Foto Ternana Calcio

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere