CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana in caduta libera: la conferenza surreale e le urla inascoltate di Gallo

Calcio Terni Sport

Ternana in caduta libera: la conferenza surreale e le urla inascoltate di Gallo

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Se pensavate di averle viste tutte, vi sbagliate. La conferenza stampa indetta dalla Ternana stamattina, dopo l’annuncio di Bandecchi di messa in vendita della società ha riportato immediatamente indietro di 15 anni, ai tempi della gestione Fioretti, quando si convocavano conferenze stampa per non dire nulla.

Lo scenario odierno è il quadro chiaro del verso che hanno preso le cose. Da una parte il vicepresidente Paolo Tagliavento e l’avvocato Massimo Proietti, che ha il mandato a trattare la cessione, che prendono la parola quasi esclusivamente per dire “Qualunque cosa è prematura, lasciateci lavorare e concentriamoci sulla salvezza”, respingendo al mittente ogni domanda. Dall’altra l’addetto stampa Unicusano Gianluca Fabi che legge un comunicato del presidente – si, avete capito bene – nel quale si sostanzia tutta la conferenza stampa.

Riassunto, Bandecchi scrive: “Non ce l’ho con i cittadini ternani, che non sono tutti così. Ringrazio quelli che mi hanno fatto giungere solidarietà. Sono un uomo normale, sia comprensibile capire che accettare degli sputi per me capire che è come mi sparassero addosso. Gli insulti sono partiti dalle tribune dietro le panchine, prima ancora che le curve. Lo sport è altro, non è quello come pensavo io, le battaglie le ho fatte, ora mi sento fuori dal calcio. Mi sono sentito tradito. Ma sono un imprenditore che porta avanti gli impegni e fino a che non ci sarà qualcuno che prenderà in mano la Ternana, continuerò a farlo. Non sono io che ho litigato col calcio, è il calcio che ha litigato con me, per questo mi sento fuori dal calcio ed è bene che torni ad occuparmi di altro”.

Proietti e la richiesta. Poi prende la parola l’avvocato Proietti:  Abbiamo solo una richiesta, quella di lasciarci lavorare perchè dobbiamo ovviamente concentrarci sulla salvezza prima di tutto, che è e rimane l’obiettivo principale”. Ogni domanda viene garbatamente respinta con  “Dovete chiederlo aBandecchi”, “Più di questo non possiamo dire”,”Adesso è prematuro” (parlando della eventuale mancata cessione a fine campionato ma anche sulla valutazione del club, passando per l’eventuale risarcimento che dovesse arrivare dal Tar). E insomma: “Fateci lavorare, aggiornamenti quotidiani non servono. La conferenza stampa di oggi è solo per dare indicazioni”. Ma non bastava un comunicato?

Tagliavento risponde solo sugli stipendi: “Tutto a posto, stipendi pagati. La società è stata sempre gestita in maniera cristallina e lo sarà fino all’ultimo giorno in cui sarà proprietario della Ternana. La Covisoc è venuta a controllare i bilanci e ci ha elogiato, non ha detto lo stesso di altri club. Ora concentriamoci sulla salvezza che è il nostro obiettivo”

Dal campo. Sarà pure l’obiettivo, ma stamattina l’allenamento a Campitello, ha detto ben altro. Fabio Gallo si è sgolato, ha urlato più volte ai giocatori che devono ‘svegliarsi’ e darsi da fare, ma la reazione è stata tiepida. Intanto, la Curva Nord e Rocca rossoverde hanno annunciato che da domenica diserteranno lo stadio. Domenica arriva la capolista Pordenone, tutto questo non è un bel viatico.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere