CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, gemellaggio amaro: la Casertana sbanca il Liberati

Calcio Terni Sport

Ternana, gemellaggio amaro: la Casertana sbanca il Liberati

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (3-5-2): Tozzo; Suagher, Sini (18’st Marilungo), Celli; Parodi, Defendi (18’st Furlan), Palumbo, Paghera (28’st Damian), Mammarella; Partipilo (18’st Salzano), Ferrante (28’st Vantaggiato). A disp: Marcone, Iannarilli, Diakité, Russo,Torromino, Nesta, Bergamelli. All. Gallo.
CASERTANA (3-5-2): Crispino; Longo, Caldore, Silva; Paparusso (44’st Rainone), D’Angelo, Varesanovic, Laaribi (10’st Clemente), Zito; Starita (44’st Cavallini), Floro Flores (6’st Origlia). A disp: Zivkovic, Galluzzo,  Gonzalez,  Zivkov, Ciriello, Matese. All. Ginestra (squalificato).
ARBITRO: Marcenaro di Genova (assistenti: Massimino-Gultieri)
MARCATORI: 19’pt  D’Angelo (C)
NOTE: Leggera pioggia, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 7000 circa. Ammoniti: D’Angelo (C) Calci d’angolo 13-4. Recupero 1’pt 6’st. Gemellaggio fra le due tifoserie dentro e fuori lo stadio.

TERNI – Terza sconfitta interna per la Ternana che dopo Avellino e Monopoli, cede anche alla Casertana. Vincono 1-0 Zito e compagni, facendo il minimo sindacale, ma sfruttando una giornata molto negativa di tutti i rossoverdi. Una sconfitta pesante, che unita alla vittoria nel finale delle Reggina, vede la vetta allontanarsi ancora.

Le scelte. Squadre disposte a specchio col 3-5-2: nella Ternana Suagher centrale con Sini e Celli, mentre in attacco Partipilo con Ferrante, Defendi dall’inizio. In casa campana Floro Flores con Starita davanti, i due ex Paparusso e Zito esterni. Il tecnico Ginestra altro ex è squalificato. Bella coreografia sugli spalti con le tifoserie gemellate che sventolano bandiere comuni e fanno insieme un giro di campo.

Primo tempo.  Gioco frammentato, poco spettacolo. La Ternana si affaccia due volte nei primi 8 minuti, prima con Palumbo e poi con Defendi, in entrambi i casi con scarso esito, poi sfiora il gol su una punizione guadagnata da Paghera. Alla prima occasione però la Casertana segna: calcio d’angolo, e cross di Zito, con D’Angelo lasciato colpevolmente solo da tutta la difesa, portiere compreso che segna.

La Ternana fatica, non ha mordente e non riesce a pungere, sino alla parte finale del match, quando si affaccia tre volte in area in 5′.Partipilo si mangia due gol: il primo con una bella girata da due passi su corner di Mammarella, il secondo sullo stesso asse, con l’ex Francavilla che si esibisce in una mezza girata sbilenca, palla a lato. A seguire, Palumbo ci prova sulla ribattuta di una precedente azione e trova il portiere pronto alla parata.

Secondo tempo. Poche idee e pure confuse per la Ternana, che si affaccia in area campana con la tipica confusione di chi ha fretta di pareggiare:  al 2′ corner di Mammarella e rovesciata di Sini a fil di palo, poi Ferrante tutto solo dribbla due avversari e manda altissimo. Partipilo a seguire entra in area sbilanciato e il suo tiro finisce facile fra le braccia di Crispino.

Gallo tenta il tutto e per tutto con tre cambi, ma l’azione non sembra dare frutti e anzi la Casertana sfiora il raddoppio con Zito.Rossoverdi a tratti inguardabili, sia in difesa dove sembra soffrire di amnesie, sia a centrocampo. La Ternana si vede su una punizione di Mammarella che viene respinta (poi Ferrante manda alto) e poi trova Crispino pronto alla doppia parata sulle occasioni di Ferrante e Marilungo. Gallo si gioca gli ultimi due cambi, per cercare di scuotere il match, ma prevale la confusione. La Casertana addormenta il match (praticamente ad ogni azione c’è un giocatore a terra) e porta via i tre punti.

Foto di copertina Ternana Calcio

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere