CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, Falletti e Peralta ad un passo, Lucarelli: “Salto di qualità, ma restiamo squadra”. Sfida alla Salernitana

Calcio Sport

Ternana, Falletti e Peralta ad un passo, Lucarelli: “Salto di qualità, ma restiamo squadra”. Sfida alla Salernitana

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – La conferenza stampa settimanale del tecnico della Ternana Cristiano Lucarelli durante il ritiro diventa l’occasione per parlare dei due colpi di mercato imminenti, ma anche ovviamente del test che la squadra sosterrà sabato alle 17.30 a Sarnano contro la Salernitana di Fabrizio Castori. Una gara che precederà quelle di giovedì con a Gubbio e sabato a Ravenna, mentre invece è stata annullata quella contro la Primavera della Roma

Falletti. Il fantasista uruguaiano, già grande protagonista in rossoverde e oggi di proprietà del Bologna, l’anno scorso in prestito in Messico, ha accettato la proposta di quadriennale del presidente Bandecchi, ora la palla passa al Bologna, proprietario del cartellino. Il tecnico spiega: “Falletti è una cosa in dirittura d’arrivo, non lo possiamo negare. Siamo tutti molto felici ma dobbiamo creare delle basi solide per poterlo mettere in condizione di esprimersi senza grandi pressioni, senza dare per scontato che con lui vinceremo il campionato. Con o senza di lui ci sarà da faticare, ci sono tante squadre blasonate, ora anche il Foggia. Dobbiamo mettere Falletti – che ha fatto una scelta di vita e di amore per la Ternana – in condizioni di esprimersi al meglio ed essere un valore aggiunto, se invece affidiamo tutto a lui, rischiamo di diventare quelli a cui fanno la festa le altre squadre”.

Peralta e gli altri. In dirittura d’arrivo anche l’esterno italo-argentino Peralta, ex Pisa e Novara, mentre per Drudi manca solo che il Pescara lo liberi. Celli resterà invece a Terni, su Diakitè, che si sta allenando in assenza di contratto (è scaduto il 31 agosto), la società sta riflettendo. Arriverà sicuramente un esterno: “Ci servono giocatori versatili, vista anche la situazione Covid…. Mora e Laverone sono profili che ci interessano ma non i soli. Ci servono elementi di gamba perchè spesso giocheremo con la difesa alta”, dice Lucarelli. Sul fronte uscite, la società è in attesa: “stiamo rallentando perchè abbiamo qualche assenza, ma in generale sono dell’idea che i giovani debbano essere mandati a giocare perchè è inutile tenerli per fargli fare 7 partite l’anno, meglio che vadano a crescere un anno e tornare pronti”.

Esperimenti. Il tecnico sta sfruttando il ritiro per sperimentare. Promossi Defendi terzino destro e Torromino trequartista: “Se c’è una emergenza, non dobbiamo piangersi addosso ma vedere dove possiamo rimediare. Sini e Defendi possono rimpiazzare Celli in questo momento, Torromino so bene che gioca meglio a sinistra, ma degli esterni che abbiamo è quello che fa meglio il trequartista. Anche perchè se viene Falletti possiamo restare con 7 elementi davanti e prendere invece un giocatore in ruoli dove siamo scoperti o abbiamo problemi con giocatori da recuperare, per esempio a centrocampo. Di Torromino mi ha colpito la volontà e la voglia di riscatto dopo una stagione sofferta, mi aspetto molto da lui. Partipilo? Va a fiammate, deve dare continuità alle sue giocate”.

Le ultime in vista del match. Lucarelli  fa il punto in vista del match: “Mi aspetto di giocare una partita a viso aperto, senza timori reverenziali, contro una squadra di categoria superiore, ma possiamo giocarcela senza affanni. Mancheranno oltre a Celli,  Russo e Bergamelli, infortunati già a Teramo, Paghera che ha chiesto due giorni di permesso, Ferrante ha un problema al sertorio e Niosi muscolare. Tutti gestibili, ma chiaramente saranno risparmiati visto che è un’amichevole. Sarà un buon test per l’equilibrio delle due fasi. Russo lo sperimenterò a destra, per capire che anche lui può essere versatile”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere