CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, esordio sott’acqua: la Viterbese in 10 resiste e strappa un pari nel pantano

Calcio Terni Sport

Ternana, esordio sott’acqua: la Viterbese in 10 resiste e strappa un pari nel pantano

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Russo (20’st Proietti), Diakitè, Suagher, Laverone; Paghera (1’st Kontek), Defendi; Torromino (44’st Peralta), Falletti (20’st Marilungo), Furlan (28’st Onesti); Vantaggiato. A disp.: Marinaro, Vitali, Mammarella, Argento, Niosi,  Bergamelli. All. Lucarelli (squalificato: in panchina Vanigli)
VITERBESE (3-5-2): Daga; Mbende, Markic, Baschirotto; Simonelli (38’st Menghi E), Bensaja, Sibilia, Bezziccheri, Urso (26’st Bianchi); Tounkara, Rossi (35’st Calì). A disp: Maraolo,   Ricci,  Aimone, Galardi, Zanon, Magrì, Menghi M., Benvenuti. All. Maurizi
ARBITRO: Di Graci di Como (assistenti: Fine-Piedipalumbo, IV Uomo Cudini)
MARCATORI:
NOTE: Partita giocata a porte chiuse. Pioggia battente, terreno pesantissimo, al limite della praticabilità. Espulso: al 21’pt Tounkara (V) per doppia ammonizione. Ammoniti: Simonelli (V), Bezziccheri (V), Russo (T), Diakitè (T), Laverone (T), Kontek (T), Calì (V), Suagher (T). Calci d’angolo: 1-3, Recupero: 1’pt 3’st. Prima della gara osservato un minuto di riposo in memoria dell’arbitro Daniele De Santis, ucciso nei giorni scorsi.

TERNI – Vince la pioggia torrenziale che ha impedito a Ternana e Viterbese di giocare davvero al calcio. L’esordio rossoverde in campionato finisce 0-0 nonostante i laziali abbiano giocato oltre un’ora in 10: difficilissimo anche solo restare in equilibrio nel pantano di un Liberati che ha certamente tenuto bene ma che comunque era molto insidioso soprattutto palla a terra.

Le scelte. Lucarelli, che è squalificato ed è rimpiazzato in panchina, deve rinunciare a Damian e Partipilo, anche loro squalificati. Infortunati Celli, Ferrante e Salzano, mentre Mammarella è in panchina in condizioni molto precarie. In campo dall’inizio sia Laverone che Falletti, con Torromino a comporre il tridente offensivo insieme a lui e Furlan, dietro a Vantaggiato. Partono in panchina anche Kontek e Peralta. Non va meglio ad Agenore Maurizi che deve fare a meno di quattro giocatori alle prese con il Covid e del centrale di centrocampo Salandria.

Primo tempo. Si gioca poco e male perchè la palla rimbalza pochissimo fra le pozzanghere del campo. La Ternana si vede subito su punizione: colpo di testa di Defendi che va alto di pochissimo. Rossoverdi che partono bene in avanti, tengono il pallino del gioco ma sono quasi esclusivamente le palle inattive quelle che movimentano il gioco. La Ternana ci prova con Laverone, il cui cross attraversa tutta l’area con Vantaggiato e Furlan non ci arrivano. Poco prima, una rovesciata di Torromino era stata respinta da un difensore laziale.

Al 21′ la Viterbese si ritrova in dieci uomini: Tounkara rimedia due gialli in 3′ minuti per altrettanti interventi duri sui giocatori rossoverdi. La Viterbese è nervosa, spreca un corner e poi prende un altro cartellino, con Bezziccheri. I laziali provano comunque a spingere, con Urso che mette un bel pallone a fil di traversa per Simonelli, sul quale Iannarilli arriva bene, poi la difesa spazza

Il terreno è pesantissimo e gioca brutti scherzi: se ne accorge Diakitè che al 38′ palleggia al limite dell’area nel tentativo di alleggerire verso Iannarilli ma vede la sfera fermarsi: l’accorrente Urso ci prova con un pallonetto e sbaglia di pochissimo. Nel recupero del primo tempo intervento prodigioso con la mano di richiamo di Iannarilli su Rossi.

Secondo tempo.  Si riparte con Kontek al posto di Paghera, col croato che si fa subito ammonire al primo pallone toccato. La Ternana fatica a salire e la formazione di Maurizi può giocare di rimessa, impostare e provare di tanto in tanto a rendersi pericolosa. I rossoverdi trovano il primo vero tiro in porta al 13′ con Defendi che poco fuori area trova uno spazio e prova a mettere paura a Daga con un tiro a mezza altezza, ma il portiere ci arriva.

Vanigli inserisce forze fresche togliendo Falletti e Russo per Marilungo e Proietti e intanto la pioggia non si ferma, rendendo difficilissima qualunque giocata palla a terra. Al 23′ bella azione sull’asse Proietti- Laverone-Marilungo, con il colpo di testa dell’attaccante marchigiano che va alto di pochissimo. Al 34′ di nuovo la palla beffarda nel pantano, stavolta rischia di farne le spese la Viterbese con Bensaja che si impiccia e libera al tiro Vantaggiato che prima si fa anticipare da Daga e poi sulla seconda conclusione non riesce a ribattere a rete.

Nel finale, forcing rossoverde nonostante le chiare difficoltà a causa del campo ormai completamente zuppo, con il pallone che non rimbalza più. Diakitè chiude centravanti, la Ternana ci prova su punizione con Proietti – palla alta – poi nel finale entra anche Peralta per Torromino. Non succede più nulla, si va sotto la doccia, semmai i giocatori ne avessero ancora bisogno.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere