CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, la prosecuzione col Rimini finisce 1-1: fa tutto Diakitè

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana, la prosecuzione col Rimini finisce 1-1: fa tutto Diakitè

Emanuele Lombardini
Condividi

RIMINI (3-5-2): Nava G.; Venturini, Ferrani, Petti (28’st Brighi); Simoncelli, Alimi, Montanari, Candido (43’st Cicarevic), Marchetti; Volpe, Arlotti (42’st Variola). A disp: Scotti, Viri,  Badje,  Buonaventura. All.: Martini.
TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Fazio, Diakitè, Hristov, Bergamelli;  Altobelli, Callegari (23’st Bifulco), Pobega; Furlan (28’st Rivas), Vantaggiato, Marilungo. A dip: Gagno, Vitali, Defendi, Mazzarani, Pavanello, Mennini, Cori, Filipponi, Niosi. All.: Gallo
Arbitro: De Santis di Lecce (assistenti: Pizzi-Teodori).
Marcatori:25’st rig. Candido (R), 37’st Diakitè (T)
Note: Serata con foschia. Spettatori 2525 (1264 paganti) dei quali 204 da Terni. Ammoniti:  nessuno Calci d’angolo: 8-7 (compresa la prima parte) Recupero 0’pt 5’st

RIMINI – La prosecuzione del match fra Rimini e Ternana, sospeso per nebbia il 30 ottobre porta un punto alla Ternana, che se non altro evita l’ennesima disfatta contro una formazione modestissima, quale è apparsa l’undici romagnolo. Brodino, palliativo per il malato, ma almeno la classifica si muove.

Le scelte. Squadre rimaneggiatissime per via del regolamento che impone di non schierare i giocatori non tesserati al momento della data in cui il match era iniziato, quindi in questo caso tutti quelli arrivati nel mercato di Gennaio (5 per parte) ai quali si aggiungono due assenze per parte.  Tridente per Gallo, con Furlan al fianco di Marilungo e Vantaggiato, Martini sceglie Marchetti al posto di Variola.

Primo tempo. Si parte ovviamente con una rimessa laterale per la Ternana al 18′, ovvero l’azione che sarebbe iniziata al momento della sospensione. Il Rimini si vede per primo con una bella punizione di Candido finita a lato, poi però è la Ternana, che comincia di buona lena, a fare il match: incursione di Furlan in area e palla a lato perchè l’esterno temporeggia troppo (22′), quindi  gran lancio di Bergamelli, quasi in posizione di centrocampista per Furlan che controlla e tira, costringendo Giacomo Nava al corner. Al 39′ occasionissima per Pobega lanciato da un Furlan in fuga sulla destra, ma l’ex Milan non si coordina bene e la spaccata è vana. Si va al riposo, ma stavolta la Ternana c’è o almeno così sembra.

Seconda tempo. Sembra, purtroppo. Perchè le uova per la frittata sono sempre pronte e la Ternana sta per tirarle fuori. Venti minuti di nulla cosmico da entrambe le parti, poi Vantaggiato  sfiora il gol mandando a lato un bel tiro di sinistro su errore difensivo di Marchetti, ma non appena Gallo prova a rinforzare l’attacco inserendo Bifulco per Callegari, torna l’incubo. Diakitè, in nettissimo ritardo su Arlotti invece di provare a contrastarlo – ne avrebbe lo spazio – lo stende. Ingenuità gravissima e rigore solare che Candido scarica in rete spiazzando Iannarilli.  La Ternana torna a vedere le streghe e si butta tutta in avanti. Diakitè, voglioso di riscattare l’errore, al minuto 37 scaraventa in rete di testa un corner di Furlan sul quale fa velo Furlan (con difesa riminese che dorme bellamente, nella circostanza). Gallo inserisce Rivas, i rossoverdi sfiorano il gol con Vantaggiato dalla distanza, poi il fischio finale. Punto e a capo. Ma è chiaro che va bene soltanto questo.

Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1