CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana domani sera a Fano per il recupero, De Canio: “Crescita, peccato gli infortuni…”

Calcio Terni Sport

Ternana domani sera a Fano per il recupero, De Canio: “Crescita, peccato gli infortuni…”

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Nella giornata in cui la Lega Pro elegge un umbro, l’ex presidente della Regione Francesco Ghirelli a nuovo presidente ed il presidente della Ternana Stefano Ranucci entra nel direttivo dello stesso organismo, la Ternana si prepara alla trasferta di domani sera (20.30)  a Fano che recupera la seconda giornata di campionato, non disputata per la vicenda ripescaggi.

Il tecnico De Canio dice che la squadra è carica e pronta per l’impegno ravvicinato e di temere molto di più questa trasferta: “Il Fano ha le caratteristiche di una squadra di Serie C – dice – grande aggressività e carica agonistica, buona tecnica ed organizzazione. Si difendono in modo compatto e poi ripartono con molti uomini. Sarà una gara diversa rispetto a quella del Brianteo, sarà meno tecnica e più agonistica. Dobbiamo avere la massima attenzione. Quando l’avversario ti aggredisce dobbiamo girare la palla più velocemente possibile ed eludere il pressing con passaggi veloci e non fare piccoli passaggi orizzontali”.

Crescita. Squadra che cresce, secondo De Canio: “Nella partita di Monza abbiamo esaltato le nostre caratteristiche, il campo è largo e abbiamo attaccato subito. Abbiamo commesso anche alcuni errori in fase difensiva, ma in generale ci è stata una prestazione superiore rispetto alle altre partite. Domenica nei primi 10 minuti abbiamo liberato tre volte un nostro giocatore davanti alla porta, tramite schemi provati in allenamenti. Alcuni meccanismi hanno bisogno di molto tempo per essere automatici, non bastano alcuni mesi. Nel tempo saremo una squadra migliore di quello che siamo ora. Registriamo questi segnali di crescita, questi ragazzi sono già una squadra dal punto di vista morale, dìda quello tencico lo stanno diventando”.

Grana infortuni. Quando però si parla degli infortuni, la grana è più grande del previsto. De Canio si lascia scappare qualche affermazione sibillina: “Onestamente gli infortuni non sono stati gestiti al meglio dal punto di vista medico, non siamo stati ineccepibili., ma sono cose che rientrano nella normalità in un ambiente che cerca di crescere. Vives ha fatto gli esami, non è facile individuare il suo problema, sembrava più semplice risolverlo, è stata sbagliata la valutazione, anche nel dialogo tra di noi, su quello che necessità la riabilitazione. Per esempio, il giocatore ci ha detto che stava bene, ma in realtà il problema non era risolto. E’ un fatto normale, perchè quando si fanno degli esami diagnostici poi vanno interpretati e compresi, e possono dare un’idea un po’ diversa. Non è facile come sembra, ognuno di noi nelle valutazioni sbaglia, ma non solo nell’esame, ma anche nel dialogo fra di noi. Anche li abbiamo molto margine di miglioramento, ma anche solo nella conoscenza dei singoli giocatori, come rispondono agli infortuni. Su Altobelli la situazione è più chiara, la spalla deve rinforzarsi e consolidarsi, Rivas è in via di guarigione”.

Le ultime. Torna Pobega, fuori Altobelli, Vives, Rivas ma anche Hristov che ha la febbre e non partirà. Possibile un avvicendamento in attacco con uno fra Marilungo e Nicastro che potrebbe partire dalla panchina a vantaggio di Butic. Anche Defendi, che non è al meglio potrebbe lasciare spazio a Frediani, ormai alternativa in mezzo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere