CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, domani il recupero con la Feralpisalò. De Canio: “Niente tabelle, vincerle tutte”

Calcio Sport

Ternana, domani il recupero con la Feralpisalò. De Canio: “Niente tabelle, vincerle tutte”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI– Comincia il tour de force per la Ternana, che domani sera recupera alle 20.30 al Liberati la partita della terza giornata contro la Feralpisalò  dell’ex Toscano non disputata per la vicenda dei ripescaggi. De Canio  per la prima sfida al tecnico che ha riportato la Ternana in B si prepara probabilmente a qualche cambiamento come ha annunciato in conferenza stampa: “Non tanti, ma qualche cambiamento lo farò, viste le sfide ravvicinate, niente di straordinario ma anche in prospettiva di gestione della squadra”.

Feralpi da temere. Di certo, la Feralpi sarà il primo vero test contro una squadra che punta in alto: ” Feralpi ma anche Pordenone, io ci aggiungerei anche Vicenza e Triestina: con noi saranno queste quattro a giocarci il titolo. Domani mi attendo una gara all’altezza della situazione, con la consapevolezza di essere carenti in qualche aspetto, ma forti in altri. Abbiamo un turno casalingo sa sfruttare assolutamente. Abbiamo una serie di partite importanti ma non mi sono fatto nessuna tabella: pensiamo ad una partita per volta, sempre per vincere. Loro sono una squadra attrezzata per vincere, di categoria ma con giocatori che hanno sempre lottato per il vertice, qualcuno con un passato importante come Caracciolo: grande qualità in tutti i giocatori, buona qualità in mezzo, molto dinamica sugli esterni: la classica squadra che ti aspetti di affrontare in serie C”.

Adattabilità. De Canio spiega il suo credo, per la serie C: “Voglio un gruppo che sappia adattarsi a tutte le situazioni, che in ogni situazione sappia sempre come tirare fuori il meglio. Ci siamo adattati a tutte le situazioni, la squadra ha mostrato grande voglia di vincere. Purtroppo usciamo penalizzati dagli infortuni, tutti su un reparto, con problemi anche nella gestione delle partite, alcuni giocatori hanno dovuto giocare in condizioni fisiche precarie, addirittura alcuni non potevano nemmeno giocare nelle condizioni in cui erano. Però abbiamo plasmato un buon gruppo, sono molto soddisfatto degli uomini che ho, a livello tecnico ma anche umano!.

Problema del campo. La seduta di oggi è cominciata con grande ritardo perchè la squadra non ha potuto utilizzare l’antistadio Taddei e si è dovuta spostare sotto la Curva San Martino: “Del problema del manto non parlo, penso che sia una risorsa comunque avere quel campo a disposizione – dice – Purtroppo abbiamo allungato perchè non potendo allenarci abbiamo palrato molto sugli accorgimenti relativi alla gara successiva e poi ci siamo spostati dentro il Liberati. Il manto del Liberati? Non ho mai voluto cercare alibi, però è evidente che noi siamo una squadra fisica e cerchiamo di giocare palla a terra, e quando possiamo lo facciamo“.

In allenamento si è rivisto Giuseppe Vives correre. De Canio però spegne l’entusiasmo: “Aspettiamo perchè anche le altre volte correva – dice il tecnico – ora per lungo tempo non abbiamop capito che probelema avesse, ora sta reciperando, ma aspettiamo che sia pienamente a posto, sta completando il protocollo degli allenamenti. Altobelli? Scalpitava, ha grande voglia. Però ancora l’autonomia è quella che e noi dabbiamo dovuto frenarlo perchè non possiamo permetterci di perderlo a lungo. Inoltre c’è l’aspetto psicologico da valutare dopo il colpo alla spalla”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere