CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana da incubo con la Virtus Francavilla: i salentini sbancano 2-0 il Liberati

Calcio Terni Sport

Ternana da incubo con la Virtus Francavilla: i salentini sbancano 2-0 il Liberati

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Russo, Bergamelli, Mammarella (13’st Celli); Defendi, Palumbo (22’st Furlan), Verna (10’st Proietti); Partipilo; Vantaggiato (22’st Torromino), Marilungo (13’st Ferrante). A disp.: Tozzo,  Mucciante, Onesti, Sini, Salzano, Niosi. All.: Gallo F.
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Poluzzi; Tiritiello, Marino, Caporale; Di Cosmo (47’st Sparandeo), Mastropietro (25’st Castorani), Zenuni, Risolo (25’st Albertini), Gallo A. (34’st Nunzella); Perez, Vazquez (34’st Marozzi). A disp.; Costa, Pambianchi,  Baclet, Delvino, Sparandeo, Setola, Ekuban. All. Trocini (squalificato, in panchina Ginobili)
ARBITRO: Monaldi di Macerata (assistenti: Dicosta-Ferretti)
MARCATORI: 17’pt rig Vazquez (V), 10’st Marino (V)
NOTE: Giornata fresca, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori  5000 circa. Ammoniti: Marilungo (T), Risolo (V), Marozzi (V). Calci d’angolo 10-1. Recupero 1’pt 6’st

TERNI – La Ternana peggiore della stagione, più brutta ancora di quella dell’andata col Monopoli perde 2-0 in casa con la Virtus Francavilla e lo fa meritatamente, senza mai lottare ed abdica probabilmente in via definitiva anche al secondo posto. Una partita che ha palesato tutti i suoi limiti di questa stagione, in tutti i reparti (cinque partite senza gol contando anche la Coppa Italia), con giocatori fuori condizione o in rottura prolungata e tante scelte sbagliate.

Le scelte. Fabio Gallo sceglie il duo d’attacco Vantaggiato-Marilungo e la difesa a 4, con Partipilo grande ex e trequartita. Trocini, tecnico locale squalificato, effettua due variazioni: Tiritiello per Delvino in difesa e Di Cosmo per Albertini a centrocampo.

Primo tempo. Ternana che parte bene: Vantaggiato lancia Marilungo, ma quest’ultimo, forse un po’sorpreso dall’assist del compagno, si fa anticipare dal Poluzzi in uscita. Sul rovesciamento, occasione ospite sull’assist Perez-Vazquez con parata di Iannarilli, poi Russo fa la frittata, perchè sul cross di Perez tocca il pallone con la mano: è calcio di rigore che Federico Vazquez trasforma.

La Ternana tenta una leggera risposta con un contropiede di Palumbo non sfruttato da Vantaggiato, ma poco dopo, all’altezza del 27′ i salentini sfiorano il raddoppio con Vazquez che sfrutta il buco nella difesa rossoverde ma spedisce sulla traversa. La palla finisce sui piedi di Risolo che manda fuori di poco.La Ternana è in grossa difficoltà: di testa non ne prende una e anche in fase di costruzione è molto lenta. Al 40′ un tiro telefonato di Vantaggiato finisce in braccio a Polizzi: l’attaccante brindisino è il solo a metterci un minimo di ‘garra’, ma siamo appena sopra il minimo sindacale.

Secondo tempo. Si riparte lungo lo stesso canovaccio: cross incomprensibili della Ternana verso nessuno, dato che non c’è un giocatore in grado di prenderli, il Francavilla che va come un treno e i rossoverdi che non riescono minimamente ad incidere. Male soprattutto Marilungo, in ritardo ed impreciso. Gallo inserisce Proietti ma non fa in tempo ad entrare che la Virtus Francavilla segna con l’ex Daniele Marino, bravo a sorprendere la difesa rossoverde e svettare di testa sulla punizione di Zenuni. Solo ora entra Ferrante, insieme a Celli.

A metà del secondo tempo, Ternana non pervenuta: Gallo tenta anche le carte Torromino e Furlan per Vantaggiato e Palumbo nel tentativo di dare una scossa ad una squadra mai scesa in campo; di fatto ora in campo è un 4-2-4. Le cose però non cambi.ano: rossoverdi pochissimo incisivi, si vedono solo con giocate sporadiche, come il palo di Torromino dalla distanza. L’undici pugliese, ovviamente, non ha alcun interesse a spingere e non lo fa e così lentamente la partita si addormenta. Il palo centrato al 39′ da Partipilo dopo la respinta di Poluzzi sul colpo di testa di Ferrante e la parata di Polizzi sul tentativo di Torromino chiudono il match.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere