CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, confronto a muso duro squadra-tifosi al Garden. Grifo, festa grande

Perugia Terni Extra

Ternana, confronto a muso duro squadra-tifosi al Garden. Grifo, festa grande

Redazione sportiva
Condividi

di E.Lom e Al. Min.

TERNI – La Ternana ha lasciato lo stadio solo alle ore 18.20 e per i giocatori il ritorno in hotel si è tramutato in un confronto con un gruppetto di tifosi, 50 circa, che si sono recati nella struttura dove alloggiano i rossoverdi per affrontarli a muso duro. Imponente il dispiegamento delle forze dell’ordine sul luogo, con la situazione che tuttavia è rimasta sempre tranquilla e sotto controllo. Confronto all’esterno ma anche all’interno: un gruppetto di  tifosi è entrato nell’hotel per parlare con Gautieri, Pagni e la squadra. Confronto acceso ma civile. Tante le critiche: mancanza di grinta (hanno parlato chiaramente di ‘presa in giro’, attacchi alla gestione Longarini. L’incontro è durato circa tre quarti d’ora.

curva-grifoQui Perugia.  I tifosi del Perugia avevano deciso di anticipare il loro arrivo a Terni alla notte, fortunatamente senza incidenti, visto anche l’orario. Altri, invece hanno deciso da partire a bordo dei pullman verso ora di pranzo. Sugli spalti, le coreografie non sono mancate, come è giusto che fosse e dopo la partita, i 1300 tifosi hanno acclamato i giocatori sotto la curva. La festa è poi proseguito al ritorno degli ultras e della squadra a Perugia. Tantissimi supporters hanno atteso i propri eroi al loro ritorno dalla vittoriosa trasferta. Cori, bandiere e fumogeni hanno invaso letteralmente Pian di Massiano.

Cadute di stile. Va sottolineato che l’ingresso in campo del Perugia al Liberati è stato accompagnato dalla canzone “Brutta” di Alessandro Canino a tutto volume dagli altoparlanti dello stadio. Un lavoro di mix, che insisteva su questo aggettivo. Più di qualcuno, in sala stampa, compreso qualche collega ternano, non ha mancato di sottolineare la caduta di stile da parte di chi è deputato ad annunciare le formazioni in un campionato professionistico come la serie B

Insieme per Osvaldo. Prima della partita, applausi bipartisan e pubblico in piedi per Onorare Osvaldo Neri, il tifoso del Grifo morto durante il derby d’andata per un malore.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere