CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Per la Ternana con la Viterbese la gioia arriva all’ultimo secondo

Calcio EVIDENZA Terni Sport Extra

Per la Ternana con la Viterbese la gioia arriva all’ultimo secondo

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-3-1-2): Tozzo; Nesta, Suagher, Celli, Mammarella; Paghera (22’st Diakitè), Palumbo (35’st Damian), Salzano; Furlan (17’st Defendi); Marilungo (22’st Niosi), Ferrante (35’st Vantaggiato). A disp.: Marcone, Iannarilli, Parodi, Russo, Mucciante, Sini,  All.: Gallo
VITERBESE (4-5-1): Pini; De Giorgi, Atanasov, Markic (47’st Milillo), Baschirotto;  Besea (40’pt Antezza, 47’st Molinaro), Sibilia, Bensaja (40’st Besea), Errico, Bezziccheri (20’st Urso); Tounkara. A disp.: Vitali, Scalera,  Zanoli, Pacilli, De Falco,  Ricci, Bianchi. All.: Calabro
ARBITRO: D’Ascanio di Ancona (assistenti Nasti-Piedipalumbo)
MARCATORI: 34’pt Ferrante (T), 30’st Volpe (V), 47’st Vantaggiato (T)
NOTE: Seratan fresca ma piovosa, terreno allentato, spettatori 4000 circa. Ammoniti: Baschirotto (V), Paghera (T), Bezziccheri (V), Suagher (T), Errico (V) ed i tecnici Gallo (T) e Calabro (V). Calci d’angolo: 9-3. Recupero: 1′ pt 5’st

TERNI – Finisce 2-1 allo stadio Liberati fra Ternana e Viterbese:  la formazione di Gallo scompare letteralmente dal campo nella ripresa dopo aver largamente dominato nel primo tempo ma vince nel finale con un gol di Vantaggiato.

Le scelte. Grosse sorprese nelle due formazioni. In casa Ternana, Proietti era l’unico sicuro del posto, ma ha accusato un problema fisico dell’ultim’ora e non va nemmeno in panchina: al suo posto Palumbo in cabina di regia. Nella Viterbese fuori gli ex Pacilli e Vitali, giocano Pini in porta e Bezziccheri in un 4-5-1 con unica punta Tounkara, recuperato dell’ultimo minuto. A centrocampo Sibilia al posto di De Falco in regia.

Primo tempo. La partenza della Ternana è arrembante e schiaccia nella sua metà campo la Viterbese: batte tre angoli nei primi 20 minuti. Si parte con la punizione di Mammarella al minuto 7 che impegna il portiere Pini alla deviazione, poi due occasioni nel giro di 120 secondi, la prima con Nesta, che fugge sulla destra e tira di prima intenzione dal centro dell’area, con parata in distensione di Pini; a seguire con Ferrante di testa, ma ancora una volta il portiere è bravissimo.

La Ternana tiene il pallino del gioco, ma i ritmi si abbassano. Le conclusioni più pericolose arrivano dal piede di Mammarella: al 24′ tiro direttamente dalla bandierina, Pini smanaccia il pallone come può. Singolare l’andamento del match, con i rossoverdi che continuano a chiudere nella loro metà campo gli ospiti  e battere angoli (sono 8 al 33′) senza però riuscire a sfruttarli. Ci vuole un siluro da fuori area sotto l’incrocio di Ferrante, al 34′ per legittimare con un gol il predominio netto. Poco dopo la Ternana potrebbe già raddoppiare. con  Furlan che arriva a staccare di testa sul cross di Paghera, il pallone sfiora il palo. Calabro poi fa un doppio cambio: Antezza e Volpe per Bensaja e Besea. Nel finale, subito dopo una conclusione di Salzano parata alla grande da Pini, Atanasov dà una netta spinta allo stesso rossoverde ma non viene sanzionato, mentre invece l’ammonizione se la prende Gallo per proteste.

Secondo tempo. Ripresa sullo stesso tenore: rossoverdi sempre avanti a testa bassa, laziali appena meglio. Ma al minuto 8 la Ternana potrebbe raddoppiare, con Suagher che schiaccia di testa su corner di Mammarella, palla però a lato. Partita brutta e fallosa, da una parte e dall’altra, troppi interventi a rischio: quello di Suagher su Errico al 15′ varrebbe forse anche il rosso, D’Ascanio s’accontenta del giallo. Un attimo prima, s’era affacciata in avanti la Viterbese con Antezza, palla però a lato.

La Ternana molla la presa e la Viterbese si fa sotto: al 15′ tiro di Volpe che impegna alla parata Tozzo. In precedenza, Gallo aveva inserito Defendi al posto di Furlan, mentre a seguire entrano Niosi e Diakitè al posto di Marilungo – trasparente in questa partita – e Paghera. Si rivede la Ternana in avanti al 27′:cross di Defendi e colpo di testa di Ferrante, alto sopra la traversa. A seguire, su un calcio di punizione di Mammarella, palla in mischia smanacciata alla meglio da Pini; sulla ripartenza la Ternana si fa sorprendere e la Viterbese segna in contropiede con Volpe.

Il pari è mertitato, perchè nella ripresa, dopo la buona partenza, i rossoverdi si sono spenti. Dopo un altro giro di cambi, la Ternana rischia ancora in contropiede con Tounkara, ben fermato da Tozzo. La Viterbese chiude in attacco, finisce a nervi tesi con le schermaglie fra Atanasov e Suagher. Poi la rete, all’improvviso di Vantaggiato: un gol di rabbia che vale il successo pesantissimo per le Fere.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere