CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, con l’Avellino è già un bivio. Liverani: “La partita ci dirà come stiamo”

Calcio Terni Sport

Ternana, con l’Avellino è già un bivio. Liverani: “La partita ci dirà come stiamo”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Ternana-Avellino, vietato fallire. Anche perché in previsione della più che prevedibile penalizzazione in classifica degli irpini e del Latina, una vittoria rossoverde sarebbe pesantissima, come altrettanto, ma in senso contrario: “E’ la partita che ci dice dove siamo, come stiamo e dove possiamo andare”, spiega Fabio Liverani, tecnico rossoverde. Ma io sono sereno: Se avessi delle difficoltà in settimana lo avrei detto. Ma anche questa settimana i ragazzi hanno lavorato bene con voglia di uscire da questo momento. Fermo restando che come noi lottano anche altre squadre. Il ritiro? Ho già deciso cosa faremo, se continueremo o meno, ma lo comunicherò alla squadra dopo la gara di domani”.

Liverani non vuole sentire parlare delle penalizzazioni degli altri: “Con i giocatori non ne parlo, tra loro forse lo fanno- dice -. A loro ho detto che è inutile guardare le disgrazie degli altri e non fare nulla. A prescindere da quello che è successo e quello che verrà che non ci compete, per loro deve essere uno stimolo e non un motivo di dialogo. L’obiettivo nostro è il massimo contro l’Avellino”. Che vuol dire, evidentemente non giocare come a Cesena: “In tre settimane non è facile dare concetti nelle due fasi: possesso e non. Ci stiamo lavorando. Bisogna avere più coraggio a prescindere dalla nostra posizione. Delle volte qualcuno ha il pensiero della coperta corta e pensa che fuori casa il punticino può andare bene. Non siamo in grado di pensare al punto. Dobbiamo pensare solo a vincere. Abbiamo lavorato cercando di mettere in difficoltà l’Avellino. Vediamo domani cosa succederà, ma certamente gli attaccanti devono fare di più, perché col Cesena non si sono mossi bene, sbagliavamo sempre il primo controllo e per noi è devastante”. Dell’Avellino dice invece: “E’ una squadra di qualità, di carattere e per quanto riguarda il tecnico Novellino, parla il curriculum. Cercheranno di vincere la partita sulle nostre debolezze. Noi dovremo cercare di esaltare le nostre qualità. Loro sono una squadra aggressiva, esperta che non molla mai. Dovremo restare sempre equilibrati, attenti e concentrati”.

Le ultime. Senza Germoni squalificato e con Valjent impegnato con la nazionale slovacca, Diakitè e Contini si giocano un posto. Ancora fuori Di Gennaro e Acquafresca, che la prossima settimana farà un controllo. Convocato anche il Primavera Tinti, classe 1999. Probabile formazione (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Meccariello, Diakitè, Rossi; Petriccione, Ledesma, Palumbo; Falletti; Avenatti, Pettinari.

La maglia celebrativa che la Ternana indosserà domani

La maglia celebrativa che la Ternana indosserà domani

Museo del calcio e maglia celebrativa. Ancora fino a domani, la hospitality del Liberati sarà la sede à teatro di una mostra di cimeli calcistici, anche riguardanti la Ternana  I cimeli faranno parte di una collezione di oltre 5.000 pezzi che daranno vita (l’inaugurazione è prevista per il mese di aprile) al Museo del Calcio Internazionale, in via Merulana a Roma. Si può visitare l’area oggi fino alle 19 e domani dalle ore 11 alle ore 13 Domani,  in occasione di Ternana-Avellino i rossoverdi scenderanno in campo con delle maglie celebrative create appositamente per l’evento che verranno successivamente messe all’asta. I proventi della stessa saranno devoluti alle famiglie coinvolte dalla tragedia di “Rigopiano“, dove perse la vita anche il giovane ternano Alessandro Riccetti.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere