CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana-Brescia dura soltanto 20′: poi il diluvio manda tutti a casa

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana-Brescia dura soltanto 20′: poi il diluvio manda tutti a casa

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNANA (4-3-1-2): Plizzari; Valjent, Gasparetto, Marino, Favalli; Varone, Bordin, Defendi; Tiscione; Carretta, Montalto. A disp: Bleve, Vitiello, Signorini, Angiulli, Candellone, Finotto, Albadoro, Ferretti, Tremolada, Taurino, Capitani, Franchini. All.: Pochesci.
BRESCIA (3-5-2): Minelli; Meccariello, Gastaldello, Somma; Cancellotti, Bisoli, Ndoj, Machin, Furlan; Caracciolo, Rinaldi. A disp: Pelagotti, Cataneo, Ferrante, Dall’Oglio, Di Santantonio, Longhi, Alvas All. Boscaglia.
ARBITRO: Martinelli di Roma (assistenti: Intagliata-Luciano IV Uomo D’Apice).
MARCATORI:
NOTE: Pioggia battente, terreno allentato, serata fredda. Ammoniti: Calci d’angolo: Recupero: pt st.. Gara sospesa al 19′ per grandine.

TERNI – Ternana-Brescia finisce al 20′ del primo tempo. Tanto dura la partita prima che una fitta grandinata – e prima ancora il diluvio d proporzioni bibliche – si abbattano sullo stadio Liberati e su Terni, costringendo l’arbitro a rinviare il match.

La partita. La pioggia era cominciata all’ingresso in campo ed è rapidamente cresciuta di intensità. In quel breve tratto di gara, dunque  di spettacolo se ne vede poco, nonostante l’atteggiamento spregiudicato dei rossoverdi. Pochesci, senza Paolucci – che alla fine non ce l’ha fatta – sceglie Bordin e Varone, lasciando in panchina Tremolada. Difesa  più equilibrata, a 4 con Favalli e Valjent esterni. Montalto e Carretta davanti. Nel brescia dentro gli ex Meccariello e Furlan e davanti l’argentino Lautero Rinaldi con l’airone Caracciolo. In mezzo al campo l’eugubino Tommaso Cancellotti.

 Si gioca per 18′, o meglio si gioca nominalmente.Poche cose, quasi tutte partite da palle ferme. Somma sfiora l’autogol al minuto 3 poi sul rovesciamento di fronte colpo di testa di Rinaldi dopo cross e palla a lato. Al 10′ corner  di Favalli e colpo di testa di Valjent che va fuori di un soffio. Il Brescia si affaccia due volte con Bisoli, poi su Terni scende la grandine e l’arbitro manda tutti sotto la doccia, mentre il campo si trasforma in una piscina.

Dopo 20 minuti l’arbitro Martinelli e i due capitani Defendi e Caracciolo escono per il consueto sopralluogo. La palla non rimbalza in alcuna zona del campo, tutti a casa. Si recupererà ripartendo dal minuto 20 e dallo 0-0.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere