CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana Berretti, che spettacolo! Batte il Catania e ora si gioca lo Scudetto

Calcio Sport

Ternana Berretti, che spettacolo! Batte il Catania e ora si gioca lo Scudetto

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-3-3): Vitali, Battistoni (42’st Siragusa), Tancredi, Filipponi, Mazzarani, De Francesco, Nesta, Mennini, Mercuri (42’st Di Bartolomeo), Niosi (37’st Pavanello), Coia (30’st Cori). A disposizione: Pernini, Furia, Polacchi, Pesce, Capellini, Pastore, Calagna, De Giglio. Allenatore: Mariani
CATANIA (4-3-3): Fabiani, Castiglia (32’st Rossitto), Puglisi, Lombado, Calì, Berti, Distefano, Palermo (37’st Marchese), Pecorino, Molinari (21’st Giuffrida), Liguori. A disposizione: Coriolano, Cucuzza, Pino, Escu, Ramella, Panebianco, Marchese. Allenatore: Russo
ARBITRO: Carrione di Castellammare di Stabia (assistenti Bartolomucci-Rizzotto)
MARCATORI: 38′ Mercuri
NOTE: Ammoniti Pecorino, Niosi, Liguori, Capellini

TERNI – Una impresa straordinaria. La Ternana Berretti di Ferruccio Mariani vince 1-0 la semifinale di ritorno dei playoff e andrà a giocarsi lo scudetto venerdì 6 maggio a Novarello contro la Virtus Entella, che ha vinto 2-0 col Novara. Ai rossoverdi bastava lo 0-0 dopo il pareggio a Mascalucia ma i rossoverdi sono andati oltre e si sono regalati una splendida vittoria.

Primo  tempo. Rossoverdi subito pericolosi:  Fabiani sbaglia il rinvio, palla recuperata da Nesta che si inserisce in area ma calcia troppo centrale e il portiere riscatta l’errore  Poco dopo in area rossoverde Pecorino va giù toccato da Tancredi, per l’arbitro è tutto regolare. Al 38′ la rete decisiva: Mercuri raccoglie un bel pallone in area e lo scaraventa in rete con la difesa ospite ferma. Poco prima, Vitali aveva respinto un tiro-cross di Pecorino su errore di Vitali

Secondo tempo. Catania che parte forte. Al 5′ Puglisi segna, ma è in fuorigioco. Poco prima grande azione di Nesta sulla destra, assist per Mercuri che calcia rasoterra ma Fabiani salva di piede; sulla corta respinta  Filipponi spara sopra la traversa. I contropiedi di Nesta e Niosi impegnano il Catania, che prova a spingere sul gas, senza esito. Nel recupero la Ternana si mangia tre volte il gol del 2-0:  prima Cori di testa mette fuori, poi Nesta a tu per tu con Fabiani si fa parare il tiro, infine Filipponi non trova la porta. Ma è festa lo stesso.