CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, bene il test col Pomezia. Riecco Furlan, presentato il ricorso

Calcio Terni Sport Extra

Ternana, bene il test col Pomezia. Riecco Furlan, presentato il ricorso

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNANA (4-3-3): Gagno (32’pt Vitali, 19’st Iannarilli); Fazio (24’st Mazzarani), Rowan (1’st Favalli), Diakite, Lopez; Altobelli (15’st Furlan), Vives, Rivas; Defendi (1’st Nesta), Vantaggiato (15’st Repossi), Giraudo. A disp: Iannarilli, Vitali, Mucciante, Gasparetto,  Furlan, Bergamelli, Salvemini. All. De Canio
POMEZIA: Savioli; Matarazzo, Ventura, Casavecchia, Ilari, Ramceski, Chavez, Garin, Alvarez, Valle, Spinola  Entrati st: Esposito, Franceschi, Ombrella, Cotta, Diana, Morelli, Spaziani, Porzi). All. Baiocco.
ARBITRO: Luca Angelucci di Foligno
MARCATORI: 16’pt Casavecchia (U), 24’pt Vantaggiato (T), 32’pt Rowan (T), 29’st Giraudo

TERNI – Ritmi bassi e testa alla gara del Mapei Stadium nel test contro la Unipomezia, formazione che milita nell’Eccellenza laziale. In prova nella Ternana il difensore inglese Charlie Rowan, classe 1997, ex Watford.

 Il Pomezia sfiora il gol in apertura,poi si vede la Ternana al minuto 8: cross dalla trequarti di Defendi per Vantaggiato. Controllo di petto e girata volante con palla di poco alta sopra la traversa. Al 16′ il gol dei romani con Gagno che respinge male una giocata e favorisce l’entrata di Casavecchia che non sbaglia.

Pareggio rossoverde di Vantaggiato al 24′:  affondo sulla sinistra di Lopez e colpo di testa vincente di Vantaggiato. Sette giri di lancette e arriva la rete proprio del giovane in prova con un sinistro a fil di palo. Poco prima, i rossoverdi avevano sfiorato la rete con Rivas, bene assistito da Vantaggiato.

Nel secondo tempo, che segna il ritorno di Furlan in rossoverde dopo due stagioni, in grande evidenza il portiere ospite Savioli, che para prima su Vantaggiato, quindi su Repossi che lo rimpiazza e infine su Giraudo, in sequenza. Poco altro, se non l’ingresso del terzo dei portieri in lista per la Ternana e la solita girandola di cambi e la rete di Giraudo al 29’st, bravo a recepire una verticalizzazione: discesa dalla tre quarti, diagonale in area e palla sotto le gambe del portiere.

Nel finale Diakhitè rischia l’autorete: palla verso il sette ma Iannarilli evita il pezzo. Sul rovesciamento di fronte, Favalli in fuga apre per Nesta gran botta e grande parata di Savioli.

A fine partita sfogo del presidente Ranucci contro le presunte divergenze di vedute fra tecnico e direttore sportivo. L’intervista integrale è qui sotto

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere