CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ternana, basta Salzano per battere la Virtus Francavilla e restare in vetta

Calcio Terni Sport

Ternana, basta Salzano per battere la Virtus Francavilla e restare in vetta

Redazione sportiva
Condividi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Frascatore; Paghera (11’st Proietti), Palumbo (18’st Salzano); Peralta (11’st Partipilo), Falletti (28’st Laverone), Torromino (18’st Furlan); Raicevic. A disp.: Vitali, Mammarella,  Vantaggiato, Russo, Suagher, Onesti,  Diakitè. All. Lucarelli
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-1-1): Crispino; Calcagno (13’st Celli), Caporale, Pambianchi (27’st Ekuban); Giannotti (41’st Carella), Di Cosmo, Zenuni, Franco, Nunzella (27’st Puntoriere); Mastropietro (27’st Sparandeo); Perez. A disp.: Costa,  Buglia,  Tchetchoua, Puntoriere. All. Trocini
ARBITRO: Rutella di Enna (assistente: Nasti-Veronica Vettorel IV uomo Pashuku)
MARCATORI: 19’st Salzano (T)
NOTE: Partita giocata a porte chiuse. Espulso 36’st Caporale (V) per doppia sanzione, Ammoniti: Paghera (T), Zenuni (V). Calci d’angolo: 9-0. Recupero: 1’pt 5’st. Esposti prima della partita uno striscione a sostegno delle RSU della Treofan, della quale è stata annunciata la chiusura ed uno di supporto agli operatori sanitari dell’ospedale.

TERNI– Meno bella del solito, ma serviva vincere ed i tre punti sono arrivati. La Ternana supera 1-0 la Virtus Francavilla al Liberati, puntellando la vetta in vista del Bari. Ci sarà da capire le condizioni di Falletti, uscito nel corso della ripresa per una botta rimediata nel primo tempo. Decide un colpo di testa di Salzano.

Le scelte. Come previsto, ampio turnover in casa rossoverde: Frascatore per Mammarella, Paghera per Proietti, Torromino per Furlan, Peralta per Partipilo e Raicevic per Vantaggiato. In casa pugliese Pambianchi a sinistra in difesa al posto di Sparandeo con Perez unica punta supportato da Mastropietro.

Primo tempo. Si parte con la Ternana che prova a spingere, ma la Virtus Francavilla è bene organizzata in difesa e chiude ogni spazio. Rossoverdi pericolosi sull’asse Falletti-Peralta, poi al 14′ ci prova di testa Raicevic che riceve il cross di Defendi: palla alta. La Ternana continua a mantenere il pallino del gioco e Torromino manda fuori una buona occasione, i pugliesi salgono lentamente. Al 24′ Perez ci prova con una conclusione fuori misura che non impegna quindi il portiere rossoverde Iannarilli.

Al 29′ la prima vera occasione delle Fere con Torromino che parte da sinistra, si accentra sul destro e calcia, ma troppo centrale e Crispini para.  Subito dopo Falletti scappa via palla al piede e costringe Caporale al fallo: la punizione dal limite di Peralta è senza esito. Forcing rossoverde: Boben ci prova da calcio d’angolo, ma il tiro viene deviato; subito dopo nuova serpentina da posizione defilata di Falletti, con tiro e parata di Crispino.

Al 40′ si vede di nuovo la Virtus: cross dalla sinistra di Nunzella,  velo di Perez, ma Mastropietro in area non è pronto a calciare a rete. Sulla prosecuzione la Ternana si mangia letteralmente due gol a porta vuota sempre con Raicevic che prende male la mira ed in entrambi casi favorisce il recupero- con parata – di Crispino. Poi la Ternana reclama un rigore: rasoterra di Falletti per Paghera, la maglia si allunga e il giocatore va a terra,  Rutella non fischia. Restano i dubbi.

Secondo tempo. Ternana subito avanti. Al 3′ cross di Frascatore e tentativo al volo di piatto di Paghera, che però si coordina male ed il pallone termina ampiamente a lato. Falletti si procura una punizione dai 20 metri, ma Torromino al tiro manda alto col pallone che finisce poi in angolo. Al 15′ clamorosa occasione per i rossoverdi, con Torromino che davanti al portiere fa impennare il pallone mandandolo fuori.

Il gol arriva, a forza di cercarlo, al minuto 19: ci mette la testa il nuovo entrato Salzano, che al primo pallone toccato fa centro, girando in rete un calcio d’angolo di Partipilo. La rete ha il potere di rivitalizzare una Ternana che si stava incartando su sè stessa, tanto che al 20′ Falletti sfiora il gol dai 20 metri (palla a lato). Sul rovesciamento di fronte, l’ex Gubbio Perez sbaglia di pochissimo il gol del pari.

Con la Virtus Francavilla sbilanciata in avanti, si aprono autostrade per i rossoverdi che per lungo tempo schiacciano i pugliesi nella loro area e al 27′ vanno vicino al bis con Partipilo che in rovesciata da due passi sbaglia, su assist di Raicevic. Al 36′ Furlan scappa via a tutti e Caporale è costretto a stenderlo: doppia ammonizione e quindi pugliesi in dieci. Sulla successiva punizione, da posizione defilata, i rossoverdi però non riescono a raddoppiare. Finale coi rossoverdi in avanti: al 40′ Salzano mette in mezzo un pallone d’oro per Laverone che si butta poco convinto e vede sfilare la palla davanti. Poco altro sino al fischio finale che chiude una partita troppo sofferta anche dopo il vantaggio numerico.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere